Este in fiore, l’edizione 2018 dedicata alla sostenibilità

Tra le novità c'è "Ecosistema: natura in equilibrio", la grande installazione floreale che verrà posizionata in piazza Maggiore. In Pescheria Vecchia conferenze e incontri sul rispetto dell'ambiente

1282

ESTE. “Este in fiore” guarda all’ambiente. Si svolgerà dal 20 al 22 aprile presso i Giardini del Castello e in centro storico la diciassettesima edizione della rassegna del florovivaismo veneto e nazionale che negli anni è diventata la principale manifestazione della città. Quest’anno la kermesse ha come tema centrale il benessere della sostenibilità ambientale. «Piante, fiori e natura interagiranno con l’uomo, che potrà esplorare tutti gli aspetti della vita delle piante. Este aprirà le porte a tutti gli specialisti e gli amanti del settore che vivranno tre giorni all’insegna della natura e dell’approfondimento scientifico e culturale» spiega il sindaco Roberta Gallana «Sarà un’edizione progettata con i vivaisti e per i vivaisti, i quali esporranno eccellenze di ogni specie, pronti a mostrare e divulgare i metodi di coltivazione che utilizzano nel rispetto dell’ambiente e del territorio in cui viviamo».

Tra le novità c’è la grande installazione floreale che verrà posizionata in piazza Maggiore. Si chiamerà “Ecosistema: natura in equilibrio” e rappresenterà l’equilibrio del mondo naturale che si è adattato ai continui cambiamenti climatici e ambientali. Ma allestimenti sono previsti anche altrove, ad esempio in piazza Trento, presso la torre civica e il palazzo municipale. I commercianti e i cittadini diventeranno protagonisti dell’evento con decorazioni che renderanno il centro di Este un giardino fiorito. Un vero e proprio percorso floreale porterà il visitatore alla Pescheria Vecchia, luogo di cultura, approfondimento e sperimentazione nel quale si alterneranno conferenze, convegni e laboratori volti ad avvicinare il visitatore a una sperimentazione diretta con la natura nel rispetto dell’ambiente.

Venerdì 20 aprile, giornata inaugurale della manifestazione, si darà vita a un talk show di approfondimento, divulgazione e conoscenza che metterà a confronto esponenti regionali e locali, relatori scientifici ed opinionisti sulle tematiche relative alla sostenibilità nel nostro territorio. «Il programma sarà ricco di sorprese» annuncia Gallana «Tra i relatori avremo Antonio Cianciullo, giornalista inviato de “la Repubblica” che segue da trent’anni i temi ambientali, e il “Maestro Giardiniere” Carlo Pagani, amatissimo dai lettori di “Gardenia” e autore di numerosi libri, che ci porterà nel mondo dei “giardini del secco”». Interverranno anche Eraldo Antonini, agronomo, garden designer e storico dei giardini e Camilla Zanarotti, dottore agronomo e architetto del paesaggio.

Oltre alle eccellenze nazionali del florovivaismo, all’interno dei giardini del Castello ci sarà spazio anche quest’anno per l’Isola del Gusto, dove si potranno degustare e acquistare prodotti enogastronomici veneti e in particolare del territorio dei Colli Euganei. Come da tradizione, sarà conferito il premio “Miglior Espositore 2018”: criteri fondamentali per assegnare il riconoscimento saranno la qualità dell’allestimento e l’attenzione dimostrata dall’azienda nei confronti dell’ambiente e nell’esposizione dei prodotti. Gli orari di apertura al pubblico della manifestazione sono i seguenti: venerdì 20 aprile dalle ore 16 alle ore 20; sabato 21 e domenica 22 dalle 8,30 alle 20. L’ingresso sarà gratuito. Il 25 aprile toccherà invece a “Este in Arte”, una giornata dedicata a mostre e laboratori di pittura en plein air. Per maggiori informazioni clicca qui.

Salva Articolo

Lascia un commento