Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta sono due “Matti da slegare”

Domani sera alle 21 ultimo appuntamento in cartellone per la rassegna "Unità d'Intenti - Este a Teatro". Sul palco del Teatro Farinelli arrivano i due celebri comici, che affrontano in modo dissacrante il delicato tema della malattia mentale

1607

ESTE. Ultimo appuntamento in cartellone, domani mercoledì 29 marzo alle ore 21, per la rassegna di prosa “Unità d’Intenti – Este a Teatro“, organizzata dal Comune di Este con Arteven e Teatro Stabile del Veneto-Teatro Nazionale. Sul palco del Teatro Farinelli arrivano Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta, interpreti dell’intensa e spassosa storia di “Matti da slegare“, in cui affrontano in modo ironico e dissacrante un tema rilevante e delicato come quello della malattia mentale.

Tratto dalla commedia “Elling & Kjell Bjarne” del norvegese Axel Hellstenius, lo spettacolo racconta il tortuoso, complicato ed esaltante percorso che condurrà i due matti del titolo a slegarsi dai tanti fantasmi, piccoli e grandi, che li hanno resi infelici per gran parte della loro vita. Una scrittura fresca, appassionante, spassosa e divertente, che parla di follia senza nessun tentativo di patetismo, né alcuna traccia di retorica, offrendo un ritratto di vita e di amicizia e al tempo stesso leggero e intenso. Una splendida storia di passioni e dolori, fobie e scelte coraggiose, che tocca i cuori grazie all’interpretazione di due beniamini del pubblico in autentico stato di grazia.

Ultimi posti disponibili. Info presso Discomagazine di Piazza Maggiore 2, Este (Tel. 0429 3333, e-mail: [email protected]) o nei siti www.arteven.it e www.vivaticket.it.

Salva Articolo

Lascia un commento