I Comuni della Bassa insieme per la lotta alla Tbc in Guinea

Del progetto, sostenuto da Barbona, Granze, Montagnana, Noventa Padovana, Sant'Elena, Solesino, Stanghella, Villa Estense e Montagnana, si parlerà giovedì sera presso la bilioteca di Solesino

485

SOLESINO. Si terrà giovedì sera alle ore 21 nella Biblioteca di Solesino un incontro informativo alla presenza dei sindaci di Barbona, Granze, Montagnana, Noventa Padovana, Sant’Elena, Solesino, Stanghella, Villa Estense e Montagnana. Si tratta dei Comuni che negli ultimi anni hanno sostenuto la richiesta di finanziamento, avanzata alla Regione Veneto, del progetto “Lotta alla Tbc in donne e bambini in Guinea Bissau” della onlus “Aid, Health and Development” (Ahead). Il contributo di questi enti locali si è rivelato decisivo: negli ultimi tre anni, infatti, l’iniziativa è risultata sempre tra le vincitrici del bando regionale e nel 2017 si è piazzata addirittura al primo posto.

La Tbc, meglio nota come tubercolosi, è una patologia infettiva che attacca solitamente i polmoni ma può interessare anche altre parti del corpo. Se nei Paesi occidentali oggi questa malattia è quasi scomparsa, in molte zone dell’Arica e dell’Asia essa colpisce ancora un’ampia parte della popolazione. Il progetto prevede, oltre alla cura della Tbc in donne e bambini che si recano nell’ambulatorio dell’ospedale “Raoul Follereau” di Bissau in Guinea Bissau, l’assistenza nutrizionale a chi presenta sintomi di malnutrizione, l’appoggio psico-sociale a donne e bambini maltrattati e l’alfabetizzazione dei piccoli ricoverati. Grazie a questo programma, 2400 pazienti hanno potuto essere visitati e curati e circa 700 persone hanno ricevuto farmaci e supplementi nutrizionali gratuiti. In ospedale è stata inoltre sostenuta una scuola per garantire l’istruzione dei bambini ricoverati per lunghi mesi e far avere loro una vita il più normale possibile. All’incontro di giovedì sera saranno presenti i referenti dell’associazione Ahead Onlus, il dottor Fabio Riccardi, il dottor Michele Toniato e la dottoressa Raffaella Colombati dell’Azienda ospedaliera di Padova. Ospite d’onore sarà Saliu Sanha, referente dell’associazione Ahead presso l’ospedale Raoul Follereau in Guinea Bissau.

Salva Articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteConsultiamoci, una serata sull’Unione Europea
Prossimo articoloMontegrotto Terme, Luca Claudio fa ritorno a casa
Davide Permunian
Vicentino di nascita, atestino di adozione. Classe 1993, scrivo regolarmente da quando ho 11 anni e ho collaborato a diversi progetti giornalistici. Appassionato di politica, sport, paesaggi e romanzi gialli. Mi piace scoprire nuove storie e raccontarle, portando alla luce le tante sfumature della realtà.

Lascia un commento