martedì 22 Ottobre 2019
Home Eventi Bassa Punto, a Monselice un weekend dedicato a giovani e creatività

Bassa Punto, a Monselice un weekend dedicato a giovani e creatività

Termina con un fine settimana denso di appuntamenti il Piano di intervento che ha coinvolto una trentina di Comuni del territorio. Tra gli ospiti la band emergente degli "Eugenio in via di Gioia"

(Credits foto: pagina Facebook Bassa Punto)

MONSELICE. Si conclude questo weekend “Bassa Punto“, il piano di intervento regionale in materia di Politiche giovanili che ha coinvolto una trentina di Comuni del territorio. Avviato nella primavera del 2018, si è articolato in diverse iniziative condotte in particolare dal Progetto Giovani di Monselice e dalle associazioni partner Movielab Lighthouse, Melià, Due Punti, Zagreo ed Euganea Movie Movement. Nello specifico sono stati seguiti tre filoni. “Bassa Up to Date” ha promosso la ricerca di fotografie e filmati del passato, gettando le basi per la costruzione dell’Archivio Digitale della Memoria Collettiva della Bassa Padovana. “Bassa Device” ha riguardato il mondo scolastico: l’obiettivo era riflettere sul tema dell’alternanza scuola-lavoro. Gli studenti si sono cimentati nella produzione di otto cortometraggi mettendo al centro la dimensione dell’”imparare a fare”. “Bassa Concept Corner”, invece, ha permesso di organizzare salotti creativi e concorsi di idee a Merlara, Vo’, Granze e Cartura. Questa sezione del piano ha dato come risultato sei progetti elaborati da giovani della zona per la riattivazione di spazi marginali o sottoutilizzati.

L’ultimo appuntamento si chiama “Bassa Punto e a capo – Coltiviamo Politiche Giovanili” e si svolge questo fine settimana: tre giorni che, con l’aiuto di linguaggi artisti come la musica, la danza, il teatro, vedranno impegnati educatori, amministratori ed esperti del settore per tirare le somme dell’esperienza. Oggi dalle 18 alle 20 in Villa Pisani a Monselice è prevista l’anteprima delle clip realizzate dagli alunni degli Istituti Superiori “Cattaneo-Mattei”, “Kennedy”, “Enaip”, “Manfredini”, “Jacopo da Montagnana”. Interverranno alla presentazione, fra gli altri, i videomaker Martina Acazi e Uber Mancin.

Sabato dalle 9 alle 11 villa Pisani ospiterà invece “Fare sistema, fare impresa, fare futuro”, workshop per amministratori, operatori e giovani sulle buone pratiche di Politiche Giovanili. Dalle 11,30 alle 13,30 toccherà a “Rigenerare la Bassa”: verranno illustrati e valutati i progetti elaborati dai team di giovani che hanno partecipato ai “Bassa Concept Corner”. Dalle 17 alle 19 sarà inaugurato l’Archivio digitale della Memoria, mentre dalle 21 a mezzanotte ci si sposterà all’Auditorium Kennedy per “Facciamo il punto. Dialogo a più voci sul verbo coltivare”. Qui i giovani del territorio potranno confrontarsi su temi a loro cari con la band emergente degli “Eugenio in via di Gioia”. Conduce il cabarettista Paolo Franceschini.

Domenica il gran finale in villa Pisani con la Fiera dei Giovani creativi (dalle 15), il salotto creativo sul tema “Pratiche culturali ad impatto sociale” (dalle 17 alle 17,30), la performance di danza classica a cura di Marta Molinari, accompagnata dal maestro Marco Andreose, e la performance teatrale “Stelle” (dalle 18) dell’associazione Zagreo.

Lascia un commento

Davide Permunian
Davide Permunian
Vicentino di nascita, atestino di adozione. Classe 1993, ho collaborato a diversi progetti giornalistici. Allenatore di pallacanestro, amo i paesaggi e i libri. Mi piace raccontare storie e scrivere poesie.
- Advertisment -

Da leggere

Produciamo 60 grammi di plastica al giorno

Centoquarantadue balenottere azzurre: è il peso dei rifiuti di plastica prodotti nel 2017 dall’intera provincia di Padova. Se sul piatto di un’enorme bilancia potessimo...
bar-footer
bar-footer