A Este arriva “WaterCity”: estate di eventi lungo il canale Bisatto

375

11040394_345490168978430_4385822445004246910_nSi preannuncia ricca di eventi l’estate 2015 a Este. E’ stato infatti presentato stamattina in Comune, alla presenza di organizzatori, stampa e istituzioni, “WaterCity“, l’evento che porterà in città una serie di iniziative che si svolgeranno tra il 6 giugno e il 26 luglio. Il progetto, che ha come capofila l’associazione La Medusa, vedrà come protagonisti i giovani under 35 di diverse importanti realtà associative quali Compagnia menTalmente Instabile, Estensione, Euganea Movie Movement, Società Remiera di Monselice e Studio D.

Lungo gli argini del canale Bisatto troveranno spazio dieci installazioni artistiche e verranno organizzate mostre, percorsi tematici, modelli virtuali, serate musicali, laboratori creativi per bambini, tour su imbarcazioni e molto altro. Il tutto all’insegna di tre fili conduttori: la storia, la cultura e la riscoperta di un bene comune del territorio. L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini e i visitatori rispetto alla preservazione del paesaggio, alla salvaguardia dell’ambiente e all’ecosostenibilità. Il bando per la realizzazione delle dieci installazioni artistiche, destinato a giovani artisti under 35, è consultabile all’indirizzo www.progettogiovani.pd.it/bando-realizzazione-di-10-installazioni-artistiche/.

“WaterCity” è finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo nell’ambito del bando Culturalmente 2014 ed è sostenuto anche da Comune di Este, SESA, Consorzio di Bonifica Adige Euganeo, Genio Civile di Este, Bacino Padova Sud, Studio D, Museo Nazionale Atestino, IUAV e da tutti gli Istituti Scolastici cittadini.

Per Davide Permunian, moderatore della conferenza e membro del Direttivo di Estensione, “si dà finalmente la possibilità ai giovani di mettersi in gioco, di far fruttare le loro passioni e capacità”. Giandomenico Sandri, presidente della Medusa: “Questa iniziativa è un grande banco di prova per tutti”. “Watercity è esperienza condivisa. Noi più anziani siamo referenti per i più giovani, sono loro i veri esecutori materiali del progetto” sottolinea Antonio Zogno, membro storico della Medusa. Entusiasta anche il sindaco Giancarlo Piva: “Importante che si parli del Bisatto, non solo quando esonda”. Conclude l’assessore alla cultura Eleonora Florio: “Progetto rilevante dal punto di vista educativo e culturale. La ricerca della sinergia tra enti pubblici e privati e tra scuole e associazioni è senz’altro positiva”.

Qui il servizio sulla conferenza stampa di presentazione: https://www.youtube.com/watch?v=G-o4AdoLeGg

https://www.youtube.com/watch?v=G-o4AdoLeGg

Salva Articolo

Lascia un commento