giovedì 14 Novembre 2019
Home Cultura Arte Wonder Woman, altro sold out al Filarmonico

Wonder Woman, altro sold out al Filarmonico

(foto: operaestate.it)
(foto: operaestate.it)

Siamo giunti al secondo appuntamento della rassegna teatrale “Doppio Sguardo”. Dopo il prevedibile successo di critica e pubblico avuto con lo spettacolo “Numero Primo” di Marco Paolini, il Teatro Filarmonico di Piove di Sacco si ripete con un altro sold out. “Wonder Woman”, in programma mercoledì 2 dicembre alle ore 21:00 ha registrato il tutto esaurito in pochissime ore dall’apertura del botteghino, un altro impressionate dato da registrare per la cultura teatrale piovese, mai come quest’anno tra i più grandi punti di riferimento del panorama padovano (e non solo).

Lo spettacolo vedrà impegnato sul palco il trio composto da Giuliana Musso, Antonella Questa e Marta Cuscunà. Tre attrici che intrecciano i propri stili personali di recitazioni, diversi eppure simili, e danno vita a un progetto corale di notevole dimensioni artistiche. Lo spettacolo nasce da un’idea di Maria Silvia Sacchi e Luisa Pronzato, giornaliste di La27ora del Corriere della Sera, e indaga il tema dell’indipendenza economica delle donne intrecciando dati statistici e racconti biografici.

Partendo dal personaggio di Wonder Woman, le tre attici esplorano il tema dell’indipendenza economica. Una drammaturgia originale, solo a tratti fumettistica, indaga un mondo fatto di stereotipi di genere, spreco di talenti, crisi della coppia, diritti mancati; ma anche popolato da donne e uomini che, pur non avendo poteri sovrumani, affrontano la quotidianità dell’amore, del lavoro, della famiglia con voglia di cambiamento.

Da questa suggestione e dal dato, oramai risaputo, che l’occupazione femminile è un potente fattore di crescita dell’economia, nasce un reading in cui la realtà viene raccontata con l’arma a doppio taglio della satira. Un appuntamento irriverente e pungente, intento a far riflettere lo spettatore sulla questione dell’occupazione e dell’ emancipazione femminile, con una vena di ironia che dona al tutto un sapore ancora più speciale.

 

Lascia un commento

Marco Bastianello
Marco Bastianello
Durante il giorno sono uno studente di Giurisprudenza, mentre alla notte mi rifugio al cinema, tra pellicole da trasportare e proiezioni da compiere. Le mie giornate sono condite da libri strappati e una chitarra costantemente scordata, ma soprattutto, sono intrise di parole: cantate, scritte, sussurrate.

RESTA CONNESSO

13,355FansMi piace
1,892FollowerSegui

RICERCA ARTICOLI

  • Categorie

  • Autori