Sherwood Festival 2014, si parte!

413

sherwood festivalSi parte. Questa sera, l’11 giugno 2014, inizia una nuova edizione dello Sherwood Festival. Lo troviamo sempre li, sempre al Park Nord dello Stadio Euganeo, disteso fra la collinetta, il mainstage e i vari stand, sempre lì, sempre al solito posto e come sempre pronto ad offrirci per un mese intero uno degli spettacoli più belli di tutto il Nord-Est. Da Radio Sherwood del 1976, fortemente intrisa di ideali politici, si è arrivati ad uno dei capisaldi della musica live del nostro territorio, capace di fornire un orizzonte musicale tanto eterogeneo quanto completo (è sufficiente pensare che dal 2009 al 2013 sono passati per lo stesso palco soggetti come: Prodigy, Stefano Bollani, Manu Chao, Pat Metheny e NOFX) ma soprattutto adatto a qualsiasi tipo di pubblico, indipendentemente dal colore politico.

E’ palese però che lo Sherwood non è solo una buona vetrina per artisti già affermati ma è anche un incubatore di talenti nascenti della musica italiana e non. Sono numerose difatti le presenze di artisti emergenti, dovute anche alle collaborazioni avviate: un esempio è quella con la Green Records & Boards che quest’anno, oltre a festeggiare il suo 20esimo compleanno proprio allo Sherwood Festival, proporrà una delle sue band, i veneziani Danny Trejo (Hardcore/ Punk). Le novità in quanto collaborazioni per l’edizione 2014 però sono ben tre: la prima coincide con la presenza del collettivo padovano “Sotterranei” che porterà sul mainstage i Gramlines (Rock/ Stoner Rock), gli Elephant(Alternative Rock/ Blues Rock) e i Blue Shoe Strings (Garage Blues). La seconda è la collaborazione con il Radar Festival, che inaugurerà la sua prima serata all’interno dello Sherwood Festival con il Post-Rock degli Slowdive. Ultima ma non ultima novità consiste nella possibiltà di assaporare la Sherwood IPA (India Pale Ale), una birra artigianale nata dalla collaborazione fra Sherwood Festival e Birra Olmo. Fra i nomi dei vari big che quest’anno saliranno sul mainstage troviamo ad esempio fra gli artisti internazionali il beatboxer australiano Dub FX, Ellen Allien e Die Antwoord mentre fra i nominativi italiani spuntano l’ormai immancabile Caparezza, gli Afterhours e Brunori Sas.

line up sherwood festival 2014

Lo Sherwood Festival nel nostro territorio è realmente una delle migliori offerte disponibili. E’ inconfondibile l’appartenenza politica degli ideali che stanno alla base del festival ma se ciò in passato poteva essere un elemento limitativo e quindi di svantaggio (parlando per quanto riguarda il target del pubblico di riferimento), oggi esso è riuscito ad evolversi e a modificarsi seguendo precisi percorsi economici, senza mai trascendere però dalla matrice ideologica originaria. L’accostamento delle serate “1 euro può bastare” per l’entrata (che quindi permettono l’accesso ad una fonte di cultura ad un prezzo vantaggioso) a serate con eventi che vanno a coprire un più vasto target di pubblico (l’Altavoz de Dia ne è un esempio ma come lo sono anche le serate con i grandi artisti) rappresentano un binomio vincente, la vera e propria forza dello Sherwood. Buon festival a tutti.

Salva Articolo

Lascia un commento