LETTERATURA – Tu sei il male, il capolavoro dell’esordiente Roberto Costantini

0
125

cover_tu_sei_il_male_webA tutti gli amanti di gialli e thriller: non potete perdervi questo libro. Ai lettori accaniti che apprezzano altri generi letterari: non potete comunque perdervi questo libro. Perché Tu sei il male è uno dei romanzi che non vorresti mai davvero smettere di leggere. Stupisce che sia il prodotto della penna di un esordiente: Roberto Costantini, che è già stato definito “lo Stieg Larsson italiano” è stato capace di costruire un’opera di altissimo livello, dall’architettura complessa (oltre 600 pagine) ma mai banale, piena di emozioni, capovolgimenti e colpi di scena. E’ solo l’inizio (e che inizio!), il primo volume della Trilogia del Male: il secondo, intitolato Alle radici del male, è appena uscito nelle librerie, per il terzo bisognerà attendere l’anno prossimo. Il protagonista è il commissario Michele Balistreri, personaggio problematico e affascinante, con alle spalle un passato oscuro fatto di sangue, dolore e morte. Siamo nell’estate del 1982: in Spagna sono in corso i mondiali di calcio, l’Italia intera sta seguendo le imprese sportive della propria Nazionale e dopo la vittoria finale l’entusiasmo dilaga per le strade di Roma. Ma il telefono del commissario squilla: la giovane Elisa Sordi, figlia modello di una famiglia modello, è scomparsa. Balistreri comincia a occuparsi svogliatamente del caso, crede si tratti di un allontanamento volontario, nella sua zona non succede mai niente. Invece pochi giorni dopo la ragazza viene ritrovata morta, il suo corpo pieno di percosse, lividi, bruciature di sigaretta, ma il caso non viene risolto. Estate 2006, la storia si ripete: l’Italia si laurea ancora campione del mondo e a morire stavolta è Giovanna Sordi, madre di Elisa, probabilmente suicida. Antichi fantasmi tornano ad affacciarsi alla mente del commissario Balistreri, senza che neanche gli antidepressivi bastino più a tenerli a bada. Michele decide di riaprire l’inchiesta, e presto si renderà conto che l’intera vicenda è piena di risvolti pericolosi. Le indagini vengono portate avanti con grande tenacia, mentre i morti si aggiungono ai morti e il male sembra sempre più un nemico troppo superiore alle forze del protagonista, solo a lottare contro uomini potenti e spietati e con i rimorsi di un passato feroce. Alla fine tutti i segreti saranno svelati, ma la verità sarà un boccone non semplice da mandar giù.

VOTO: 9

Davide Permunian