LETTERATURA – Knights Of The Apocalypse

0
191

Immagine

“Quando l’Agnello aprì il quarto sigillo,

udii la voce del quarto essere vivente che diceva:

«Vieni». Ed ecco, mi apparve un cavallo verdastro.

Colui che lo cavalcava si chiamava Morte

e gli veniva dietro l’Inferno.

 Fu dato loro potere sopra la quarta parte della terra

 per sterminare con la spada, con la fame,

 con la peste e con le fiere della terra.”

Apocalisse di Giovanni

Knights Of The Apocalypse (Stigmata Knights Of The Apocalypse) è un manga manhwa edito in tre volumi nel 2007, scritto da Ko Ya Sung, autore coreano naturalizzato giapponese.

TRAMA: La storia è ambientata in un mondo immaginario in cui lo Stato della Chiesa gode di grande influenza e prestigio presso i governi di tutto il mondo; questo grazie all’ordine degli Stigmaster, un gruppo di persone dotate di una forza misteriosa, meglio nota come “sacro potere” che si manifesta tramite la presenza sul corpo di ferite, le quali per la posizione e la forma ricordano le Stigmate, ossia le piaghe nelle mani, nei piedi e nel costato di Cristo.

Il protagonista della storia è Gabriel Iota, ecclesiastico e Stigmaster di prim’ordine, soprannominato il Cavaliere della Morte, che viene richiamato dall’esilio volontario dall’organizzazione segreta Radem, che ha il compito di controllare e monitorare l’attività demoniaca sulla terra.

Il ragazzo però a causa di un incidente perde la memoria e diventa del tutto incapace di controllare il suo sacro potere. Iota nel corso della storia non solo imparerà a padroneggiare le sue abilità, ma  scoprirà anche i segreti della sua memoria.

Cosa sono davvero gli Stigmaster? Perché la Chiesa tenta di insabbiare gli eventi riguardanti una misteriosa guerra tra Stigmaster e diavoli combattuta dieci anni prima? Perché Iota è chiamato “Cavaliere della Morte” e chi è l’uomo che continua ad apparire nei suoi ricordi, chiamato “il Santo”?

COMMENTO: Opera di nicchia e sicuramente poco nota anche a causa dell’etnia dell’autore (il Giappone ha un problema di xenofobia verso i coreani) Knights Of The Apocalypse è invece un manga sicuramente degno di nota.

I principali temi trattati sono la mitologia giudaico-cristiana (di cui il mangaka dimostra una padronanza sorprendente e assoluta) lo sdoppiamento di personalità e la critica verso le istituzioni ecclesiastiche; qui in particolar modo traspare l’opinione dell’autore, che giudica il cristianesimo come una religione estremamente costruttiva, ma avvelenata al suo interno dai propri vertici, ormai assetati di potere a tal punto da credere di potersi sostituire a Dio.

Inoltre la capacità dell’autore di creare un mondo nuovo utilizzando miti e leggende del nostro, senza ricadere negli stereotipi dei canoni occidentali (basti pensare a “Il Signore Degli Anelli” o a “Le Cronache Di Narnia”) è segno di una mente e una fantasia libere e indipendenti.

I personaggi risultano sorprendentemente ben caratterizzati per un manga così breve: ognuno di loro presenta una propria storia che ha formato la sua personalità e il suo carattere, nonostante spesso si cada in scene comico-demenziali tipiche degli shonen.

In conclusione un manga divertente, avvincente ed emozionante, da cui in special modo i più giovani possono trarre molte lezioni.

Andrea Pettenuzzo