FOTOGRAFIA – “…a me sì cara vieni. O sera!”

0
85

este

C’è un’ora del giorno, quando si avvicinano le ombre, e c’è ancora abbastanza luce per ammirare la propria città, in cui si sente scendere nel cuore la pace della sera. Questa pace, decantata tanto dal Foscolo, aleggia al di sopra di tutte le cose quando si smorzano i rumori della vita e tutto appare avvolto dalla quiete. E qui, davanti a questo spettacolo, ti senti a casa. Per quanto viaggerai, nessun altro posto al mondo ti sarà tanto caro come quello che contiene i ricordi della tua vita. Este è la mia città, Este è la mia casa.

Arianna Ferraretto