Este, ai Filodrammatici arriva “Fin.”: l’amore portato in scena da due innamorati

440

Sicuramente i più attenti frequentatori del centro di Este avranno di certo notato che da qualche giorno la città è tappezzata da volantini che annunciano lo spettacolo teatrale della giovane coppia di attori (e fidanzati) Alessandro Businaro  e Barbara Venturato, rispettivamente 22 e 20 anni, che hanno deciso di intraprendere la carriera teatrale.

Si tratta di “FIN.“, adattamento dello spettacolo Clôture de l’amour”, scritto da Pascal Rambert nel 2011, che andrà in scena il 5 e 6 settembre alle ore 21  al Teatro dei Filodrammatici di Este.

fonte: https://www.facebook.com/events/1467880200181221/
(fonte: https://www.facebook.com/events/1467880200181221/)

Il tema dello spettacolo è quello della separazione tra una coppia di attori, che attraverso dei monologhi si raccontano allo spettatore, con estremo realismo, cercando di coinvolgerlo nel dramma della separazione, anche attraverso la tecnica del flusso di coscienza, annullando dunque quelle barriere che separano normalmente attori e astanti, e catapultando il pubblico in una realtà fittizia in cui sta assistendo veramente a una lite tra consorti.

«Il punto forte di questo spettacolo è la forma ha dichiarato Alessandro Businaro,abbiamo cercato di lavorare perché il testo desse l’impressione che lo svolgimento potesse accadere solo in quel preciso momento e solo in quelle condizioni».

Iniziativa molto audace anche sotto il profilo organizzativo, infatti la giovane coppia di attori ha ottenuto diversi finanziamenti da attività locali fino a incontrare i favori della sede locale di banca Mediolanum, che ha creduto nel progetto arrivando anche a comprare buona parte dei biglietti per rivenderli (se siete interessati all’acquisto online per l’evento del 6, i biglietti si possono trovare qui).

«È la prima esperienza che facciamo al di fuori di un contesto scolastico ha concluso Barbara Venturato, “tenevamo al fatto di riuscire a mettere in piedi qualcosa dall’inizio alla fine, curandone ogni aspetto, dalla regia alla progettazione delle locandine».

Salva Articolo

Lascia un commento