Este, mostra “Memoria Duttile Sasso”: volti plasmati con la terracotta

348

Niente caratterizza la figura umana più del volto: in esso si compendia l’intero individuo. La sua rappresentazione perciò è una sfida per ogni artista, una sfida che Alfredo Truttero ha deciso di prendere di petto, ponendola al centro della sua nuova mostra “Memoria Duttile Sasso”, ospitata presso la sede dell’associazione culturale La Medusa di Este (chiostro di San Francesco presso l’Istituto Atestino).

Plasmando i volti sulla terracotta, l’artista sottolinea la plasticità propria del volto umano, declinandola di volta in volta in maniera diversa, ma sempre efficacemente espressiva. Pur attingendo alle epoche più disparate, dall’antichità greca ed etrusca alla lezione dadaista, una forte unità di intenti e visione scongiura il rischio di un approccio dossografico.

La mostra ospita una ristretta selezione di opere, in cui spiccare è il dittico composto dalla gorgone “Medusa” posta di fronte a una “Testa Pietrificata”, che trae la sua forza dalla tensione emotiva dello scambio di sguardi. Ad esso si affiancano i busti di stampo più classico, la cui serena ieraticità fa risaltare l’amore dell’artista per la téchne, posti in forte contrapposizione con quelli di matrice etrusco-romana, in cui le imperfezioni costituiscono la mappa della vita dei soggetti. Notevoli anche sono i pezzi tratti dalla serie sui pezzi degli scacchi, dove alla naturale rigidezza suggerita dal gioco si contrappone la vitalità estrema dei volti rappresentati, spesso in contrapposizione ironica alla natura del pezzo in esame. Tuttavia questi sono solo alcuni dei percorsi tematici rintracciabili in questa esposizione non vasta, ma estremamente profonda.

L’inaugurazione si è tenuta sabato 22 novembre. La presentazione delle opere è stata preceduta dall’esecuzione di cinque composizioni per chitarra acustica di Luca Belloni.

La mostra rimarrà aperta fino al 13 dicembre e sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 17.00 alle ore 19.00, oltre che la domenica su prenotazione dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 20.00.

Salva Articolo

Lascia un commento