Al via a Monselice l’8^ edizione di “Etnofilmfest”

381

etnofilmfest

Da sabato 20 giugno a domenica 28 giugno 2015, si terrà a Monselice l’8^ edizione dell’Etnofilmfest – Mostra del Cinema Documentario Etnografico.

Fondatore e pioniere è Fabio Gemo, che ne firma la direzione artistica. L’ evento coincide con il ventennale del Centro studi sull’Etnodramma. Una presenza significativa per le molte iniziative culturali proposte al territorio: dalle rassegne teatrali, al congresso internazionale di antropologia latinoamericana nel 2000, da OperaKantika (festival di teatro), all’ETNOFILMfest e ora, da settembre, la prima scuola nazionale sul documentario etnografico: ETNOFILM.

Questa edizione del Festival si svolgerà per tutta la città di Monselice, coinvolgendo il Castello, l’aula A. Businaro (destinata alle proiezioni e agli incontri), il Cortile Veneziano per il teatro, le vie del centro storico per il mercatino, Piazza Mazzini per i concerti e infine Villa Duodo per la musica da ascolto.

Moltissimi, oltre 200 i documentari arrivati al Festival, che andranno ad ampliare quello che è già l’imponente archivio etno antropologico che Fabio Gemo ha raccolto in decenni di attività.

 Ne sono stati selezionati 10, tutti di produzione nazionale per volontà del direttore artistico. La giuria, composta da Rodolfo BisattiCaterina CisottoAntonio MarazziEnrico MasiAlessandro Zangrando, ha decretato il vincitore che verrà premiato a conclusione del festival, il 28 giugno alle ore 19.00 al castello di Monselice, Aula Businaro.

Oltre alla proiezione di documentari è presente un fitto calendario di eventi che coinvolgerà anche spettacoli teatrali, concerti, incontri con personaggi di spicco, come Vincenzo Zitello, compositore, poli-strumentista, concertista tra i più importanti arpisti al mondo, e primo pioniere dell’Arpa Celtica in Italia.

L’ETNOFILMfest si concluderà domenica 28 giugno alle ore 21.30 con la magia delle note di Officina Zoè (gruppo di punta nella ricerca ed esecuzione della pizzica tradizionale con interferenze contemporanee) con “Notte della Taranta” un concerto in Piazza Mazzini per ballare il vorticoso ritmo della taranta.

Inoltre, più avanti ci sarà l’opportunità di vedere una selezione delle migliori opere dell’ETNOFILMfest dedicate al Veneto e alla sua gente. Tre serate saranno dedicate alla danza e alla musica, a luglio a Sant’Elena per LA CUMANA festival, 1. edizione, Villa Miari de Cumani.

Tutti gli eventi sono ad ingresso libero.

Per avere ulteriori informazioni e consultare il programma completo clicca qui:

[email protected]

https://www.facebook.com/etnofilmfest

www.etnodramma.it

Salva Articolo

Lascia un commento