CINEMA – Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno (…dov’era andato?)

0
188

tdkr_trio

Il ritorno del Cavaliere Oscuro è uscito nelle sale italiane il 29 agosto e chiude la trilogia iniziata nel 2005. Il film è stato diretto da Christopher Nolan che ha anche scritto la sceneggiatura insieme al fratello, Jonathan Nolan. Nel cast vi sono molti attori di grande rilievo come Christian Bale (Batman/Bruce Wayne), Michael Caine (Alfred), Morgan Freeman (Lucius Fox), Tom Hardy (Bane), Anne Hathaway (Catwoman/Selina Kyle), Gary Oldman (James Gordon).

Trama

Gotham sta vivendo un periodo di grande serenità, grazie all’approvazione del Dent act, una legge molto dura contro i criminali. La città è sicura e da otto anni non si necessità dell’intervento di Batman, ormai in pensione che trascorre il tempo facendo la vita multimilionario sulla via della depressione.  Ma i tempi stanno cambiando. L’arrivo di una ladra (Catwoman) e la rinascita della setta delle ombre, guidata da un nuovo supercriminale di nome Bane faranno sentire il bisogno di un supereroe al di sopra delle leggi. Il Cavaliere Oscuro tornerà a difendere la sua città nuovamente assediata? (se ci pensate dal titolo del film si può capire!).

Critica

Un film che incassa oltre un miliardo di dollari è esente da critiche? No affatto,  quindi adesso mi tiro su le maniche e cominciamo a valutarlo.

Parto subito dal fatto che è sempre molto difficile chiudere una trilogia con un film al livello dei primi due, ed è proprio questo il caso. Questa pellicola è molto meno avvincente e spettacolare del film che l’ha preceduto (cioè Il Cavaliere Oscuro). Forse dipende dalla sceneggiatura e dalla mancanza di Joker: questo, infatti, è forse il miglior super cattivo creato nella stoia della D.C. (casa fumettistica creatrice di Batman, Superman, Flash, ecc.)e l’interpretazione che Nolan ha voluto dare al personaggio è stata geniale ( e gran parte del merito va all’interpretazione di Heath Ledger), invece Bane sembra avere l’aria di un lottatore di wrestling sudista (Undertaker per l’esattezza). Esistono vari difetti della regia come le varie sfasature fra alba e tramonto (in una scena è notte, in quella subito dopo c’è la luce del mattino). In questo film per me c’è anche una sbagliata costruzione del personaggio di Batman. In teoria l’Uomo Pipistrello dovrebbe essere sulla cinquantina ma nel film sembra il giovane e atletico Bruce Wayne apparso nel primo film. Si poteva farlo invecchiare un po’ di più, bastava qualche capello bianco e sarebbe andato bene e invece è sempre agile come una lince di montagna e con la solita faccia da attore hollywoodiano. Dopo otto anni inattività, zoppo e isolato dal mondo non capisco come sia possibile la sua forma smagliante e la sua prontezza nel tornare a combattere (e senza dolori alle cervicali).

Esistono anche fattori positivi nel film, come la straordinaria atmosfera della città di Ghotam, una fotografia veramente molto curata, e un utilizzo della computer grafica da manuale (forse non sempre sfruttata al massimo). La regia di Nolan non è speciale ma è comunque di qualità elevata. Ormai si può già definirlo come il regista della nostra generazione, che ha meravigliato tutti con veri e propri masterpiece (basti pensare a Memento o a Inception); il suo stile è molto particolare ed ha una vera e propria capacità di sorprendere lo spettatore nei punti chiave del film. Molto interessanti sono i riferimenti alla crisi economica che il regista ha voluto inserire nella sceneggiatura, per ricreare un ambiente con il quale il pubblico si possa immedesimare. Colonna sonora ben realizzata e strutturata.

Valutazione

È senza dubbio un bel film ma quando sono uscito dal cinema, mi sentivo insoddisfatto. Probabilmente perché ho ancora in mente la seconda pellicola della trilogia e nel paragone l’ultimo Cavaliere Oscuro, ne esce sconfitto. A parte questo, è un film da vedere a casa con gli amici la domenica pomeriggio, quando fuori piove. Proprio adatto a questo periodo dell’anno.

P.S.Per le ragazzine fanatiche di Heath Ledger: lasciate perdere questo film perchè l’uomo più attraente all’interno del film è Alfred.

Voto: 7

Citazioni:

BATMAN: “O con la vita o con la morte è giusto quello che faccio perché deve essere fatto”

BANE: “Il fuoco divampa… si, le fiamme si sollevano!”

Giulio Zancanella