ARTE – Ron Mueck, sei IPERREALE!

0
227

ron-mueck1

L’artista di questa settimana è Ron Mueck, australiano, nato nel 1958 a Melbourne da una famiglia di produttori di giocattoli, che attualmente lavora in Gran Bretagna. Già da ragazzo entra in contatto con il mondo dell’artigianato ed inizia giovanissimo a produrre pupazzi e burattini che saranno poi utilizzati durante la sua conduzione di spettacoli televisivi e in alcuni programmi dedicati ai bambini.

Presto scopre così la sua passione per la scultura, elaborando figure dalle misure esagerate, che puntavano a trasmettere i sentimenti più nascosti e veri della mente umana, rtxymmv_1150469lasciando trasparire sui volti delle sue realizzazioni smorfie, sorrisi o espressioni di paura e riflessione. Mueck riesce a modellare la forma umana ritraendola nei momenti d’intimità e di isolamento, negl’istanti in cui l’anima è più vulnerabile e spoglia.

ron-mueck-boyCorpi nudi, una donna in stato di gravidanza alta 2,52 metri, un enorme neonato dal viso corrucciato, un bambino inginocchiato in solitudine alto 4,90 metri e una donna che ha appena partorito con in grembo il proprio piccolo. L’artista ci propone opere che puntano all’amplificazione delle emozioni e dei sentimenti che lui stesso vuole trasmettere.

Spesso la sua produzione viene criticata e giudicata inadatta e alquanto stravagante, Ron_Mueck_2_by_ARTmonkey90poichè non si può certo osservare una sua scultura senza essere colpiti da una sensazione d’irrequietezza e disarmonia. Nel suo decennio di produzione artistica, Ron ha realizzato 35 sculture.
Dal 14 Aprile fino al 16 Settembre 2013, presso la Fondazione Cartier d’arte contemporanea di Parigi, Mueck ha esposto nuovamente le sue nuove opere al pubblico, proponendo la figura umana ritratta in momenti di solitudine e tristezza.

Lo spettatore, di fronte alle sue opere sproporzionate, oltre ad un’improvvisa meraviglia, viene aggredito dalla tristezza, dall’imbarazzo, sentendosi coinvolto nel violare la praivacy delle stesse sculture nude di Mueck.

Con il suo iperrealismo sfacciato e provocante, è uno degli artisti più richiesti e desiderati dell’epoca contemporanea.

Marta Goldin