Teolo, riapre il museo di arte contemporanea “Dino Formaggio”

Sabato pomeriggio l'inaugurazione. Nuovo allestimento e una nuova mostra temporanea con sedici artisti, dal titolo "Altrove. Luoghi, visioni, evocazioni", aperta fino al 27 agosto

860

TEOLO. Riapre sabato 13 maggio, dopo la consueta pausa invernale, il Museo di arte contemporanea Dino Formaggio” di Teolo, ospitato nel cinquecentesco Palazzetto dei Vicari. L’inaugurazione, alla presenza del sindaco Moreno Valdisolo, è fissata per le ore 17.30. Il museo, che raccoglie un’importante collezione di arte contemporanea donata dal filosofo Dino Formaggio, è stato riallestito per l’occasione: accanto alle opere di Renato Birolli, Aligi Sassu, Fiorenzo Tomea, Antonio Morato e altri protagonisti dell’arte del Novecento che con Formaggio ebbero lunghi rapporti di collaborazione e reciproca stima, è stato preparato un percorso che ha come filo conduttore il colore, che il filosofo considerava “visione pura, carne della carne del mondo”. Una selezione di incisioni testimonia il particolare interesse di Formaggio per la calcografia.

Assieme al nuovo allestimento verrà inaugurata anche la mostra temporanea che occuperà le sale inferiori del museo fino al 27 agosto: “Altrove. Luoghi, visioni, evocazioni“, a cura di Stefano Annibaletto. Sedici artisti interpretano l’idea suggestiva e misteriosa dell’altrove con dipinti, disegni, incisioni e sculture. Partecipano alla mostra Debora Antonello, Franco Beraldo, Cristina Cocco, Bruno Gorlato, Antonio Ievolella, Nader Khaleghpour, Silvio Lacasella, Raffaele Minotto, Bonizza Modolo, Elena Molena, Sabrina Notturno, Dorina Petronio, Alessandro Rinaldi, Giuliano Scabia, Pierantonio Tanzola e Luciano Zarotti. Orari: il museo è aperto il venerdì dalle 15.30 alle 19.30; il sabato, la domenica e i giorni festivi dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30, eccetto il 15 agosto, giorno in cui la struttura rimane chiusa. L’ingresso è libero.

Salva Articolo

Lascia un commento