Spaccata al Caffè Italiano a Due Carrare: un arresto

411
Il Caffè Italiano con la porta provvisoria in nylon
(Il Caffè Italiano con la porta provvisoria in nylon: foto di redazione)

Colpo con spaccata martedì notte nel cuore di Due Carrare. Poco dopo le 3.00 al Caffè Italiano è scattato l’allarme. In pochi minuti è giunta, di fronte alla Piazza Mercato, un’auto della vigilanza che ha trovato la porta di vetro del locale sfondata. Non appena hanno visto sopraggiungere la pattuglia di vigilantes i ladri, si presume a bordo di un’auto, si sono messi in fuga.

All’arrivo dei Carabinieri di Battaglia Terme è stato contattato il proprietario che da qualche mese ha comprato il locale. Il giovane, un cinese che gestisce il bar assieme alla moglie, è arrivato alle 3.30. La verifica dei danni ha attestato il furto di tre videopocker contenenti minimo 400 euro ciascuno, un cambiamonete che era appena stato rifornito di 500 euro e gli spiccioli lasciati nel registratore di cassa a fine giornata per una somma pari a una sessantina di euro. “Hanno distrutto la porta con il coperchio del tombino che si trova qui fuori e che io stesso ho rimesso al suo posto per evitare che qualcuno ci finisse dentro” spiega lo stesso proprietario.

Il piano dei malviventi, però, non si è concluso come auspicato: la pattuglia dei carabinieri, qualche ora dopo, ha avvistato due membri della banda che stavano camminando lungo la strada Statale. I rapinatori allora, vistisi braccati dalle forze dell’ordine, hanno cercato di scappare nei campi ma uno di loro è stato fermato ed è ora in arresto con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale e furto in flagranza. Il ragazzo, un rumeno di 24 anni,  incensurato e senza fissa dimora, stava fuggendo con 1600 euro in monetine e in banconote di piccolo taglio.

Salva Articolo

Lascia un commento