Ecco “SìAmo Este”, un nuovo brand per promuovere la città

Il progetto, che ha debuttato al Festival delle Basse, è stato lanciato dalla Fondazione Irea, dall’impresa Grafica Atestina e dalla cooperativa sociale Yges It con la collaborazione del Comune atestino. «Un modo per comunicare le nostre eccellenze»

784

ESTE. Un marchio innovativo e facilmente riconoscibile che possa veicolare e valorizzare l’immagine di Este. È il progetto lanciato dalla Fondazione Irea, dall’impresa Grafica Atestina e dalla cooperativa sociale Yges It con la collaborazione del Comune atestino. Il logo prende spunto dal simbolo utilizzato per indicare una posizione su una mappa e raffigura una goccia gialla. «Questo colore è stato scelto perché cattura l’attenzione, trasmette vivacità e allegria e rimanda al sole, alla fantasia, alla luce. È dinamico, tecnico e metropolitano, è il colore del successo» spiegano i promotori. “SìAmo”, che accompagna il simbolo, gioca sulla sovrapposizione tra i verbi amare ed essere e vuole testimoniare l’amore per la città e al tempo stesso il senso di appartenenza a una comunità. «L’identità proposta dal brand propone un’immagine forte e accattivante, a partire dal logo e dall’immagine coordinata, per finire con il packaging e il merchandising, superando il vincolo dello stemma araldico, comunque utilizzato a livello istituzionale ed emblema di una memoria storica che non si vuole dimenticare».

Il progetto prevede nello specifico di riprodurre il marchio “SìAmo Este” su oggetti semplici, di utilizzo comune: segnalibri, adesivi, cartoline, stampe e block notes con disegni dei monumenti, penne e matite, calamite in ceramica, shopper e magliette. Il primo disegno utilizzato ritrae il Castello Carrarese, simbolo della città e meta privilegiata dei visitatori. Inizialmente i punti vendita saranno il negozio di Grafica Atestina-Digital Division e il negozio di Fondazione Irea “I Realizzabili”. Successivamente si valuterà la distribuzione dei prodotti presso l’Ufficio Turistico ma anche nei negozi aderenti, riconoscibili dal logo esposto. Il battesimo ufficiale è già avvenuto lo scorso weekend al Festival delle Basse, dove “SìAmo Este” era presente con un proprio stand.

«Finalmente un nuovo modo di comunicare la città dal punto di vista turistico e commerciale – commenta il sindaco Roberta Gallana -. La creazione di un marchio di promozione era nel nostro programma di mandato e nell’incontro con i ragazzi dell’Irea Morini Pedrina l’idea si è concretizzata». Soddisfatta anche Elena Littamè, direttrice dell’Istituto: «Quando il sindaco ha visitato le nostre sedi per conoscere le persone, le attività e i servizi Irea, ha apprezzato il ruolo delle persone con disabilità che realizzano e confezionano gli oggetti de “I Realizzabili” fino a ipotizzare che potessero diventare un simbolo della nostra città. L’embrione di “SìAmo Este” è nato in quel contesto ed è cresciuto nella collaborazione con Yges e Grafica Atestina».

Salva Articolo

Lascia un commento