Servizio Civile, le opportunità nei Comuni della Bassa Padovana

Bandi in scadenza il 26 giugno. Coinvolte Granze, Sant'Elena, Stanghella, Urbana, Casale di Scodosia, Monselice, Brugine e Bovolenta

560

MONSELICE. Sono aperti ancora per alcuni giorni i bandi per la selezione di volontari da impiegare in progetti del Servizio Civile nazionale in diversi Comuni del territorio, tra cui Granze, Sant’Elena, Stanghella, Urbana, Casale di Scodosia, Monselice, Brugine, Bovolenta. L’opportunità è rivolta ai cittadini tra i 18 anni e i 29 anni non compiuti, residenti in Italia. Ai volontari, che saranno impiegati per un anno, spetterà un rimborso mensile di 433,80 euro. La scadenza ultima per avanzare la domanda, via Pec, tramite raccomandata o a mano presso gli uffici del Comune corrispondente, è fissata per il 26 giugno alle ore 14.

Il Servizio Civile, introdotto negli anni Settanta e pensato inizialmente come alternativa alla leva militare, consiste nello svolgimento di incarichi di assistenza o di utilità sociale o di promozione culturale. A Urbana, per esempio, il progetto si chiama “Nuove Strade Antiche Vie” e vuole avvicinare le nuove generazioni alla storia del territorio, anche attraverso il Museo delle Antiche Vie di San Salvaro; qualcosa di simile è offerto a Granze e a Sant’Elena con “La biblioteca al centro dei piccoli centri”. A Monselice, Stanghella, Casale di Scodosia e Brugine i progetti sono due, sempre legati alla cultura o al sociale. Per maggiori informazioni si possono visitare i siti dei singoli Comuni e www.serviziocivileveneto.it.

Salva Articolo

Lascia un commento