Sei consigli per sopravvivere al caldo

335
(Foto: www.improntalaquila.org)
(Foto: www.improntalaquila.org)

È arrivata l’estate e con essa il rischio di stramazzare al suolo dal caldo. Abbiamo pensato di darvi sei consigli, rivisitati in chiave ironica, per sopravvivere alla calura che affligge la Bassa Padovana e trascorrere i mesi estivi senza finire vittima di qualche mancamento.

1- Assumere almeno 2 litri di acqua al giorno. Ragazzi acqua non birra, spritz, americani, gin-tonic: solo ed esclusivamente acqua! Sarebbero da evitare completamente tutti gli alcolici ma risulta un’impresa al quanto ardua, dal momento che da giugno si apre la stagione delle “feste della birra”, dei festival musicali, degli aperitivi in spiaggia e soprattutto visto che siamo Veneti!

2- Non uscire di casa nelle ore più calde della giornata. Dalle 11 alle 18 barricatevi in casa! Vi è concesso uscire in tali orari solo se si tratta di questioni di vita o di morte, tipo l’ultimo esame della sessione estiva fissato per il 23 giugno alle due di pomeriggio o il colloquio di lavoro che aspettate da una vita.

3- Consumare pasti leggeri e frazionati durante l’arco della giornata, preferibilmente mangiare frutta e verdura fresche. Con questo caldo è fondamentale evitare di farsi un bidone di minestrone per pranzo, trippe, musso o polenta etc. I must della stagione estiva rimangono: il prosciutto e melone, una fresca caprese, l’insalata di riso, una variegata macedonia.

4- Indossare indumenti leggeri, non aderenti, di fibre naturali, e possibilmente di colore chiaro. Da evitare camicette o t-shirt in poliestere, raso, lycra, jersey perché essendo confezionati con fibre sintetiche tendono a surriscaldarsi e a trattenere gli odori. Siate clementi con chi vi sta accanto! Ottimi per restare freschi vestitini, canottiere, tutine in cotone, seta e raso.

5- Raffreddare gli ambienti con ventilatori o condizionatori, se necessario. È buona regola tenere le finestre chiuse nelle ore più calde della giornata, schermandole con tende scure o tenendo le persiane abbassate. Se avete un nonno o un genitore anziano che vive in un appartamento al 4° piano di un condominio, per l’amor di Dio, comprategli un climatizzatore, anche di seconda mano. Seriamente: gli anziani e i bambini in estate sono gli individui più a rischio malori, rispettare e mettere in pratica questi piccoli accorgimenti può davvero fare la differenza.

6- Usare tendine parasole in auto. Ovviamente chi ha una macchina utilitaria di vecchia generazione, tipo una Fiat Uno di 20 anni, questo accorgimento già lo utilizza se non vuole squagliarsi durante la guida o procurarsi un’ustione di terzo grado toccando il volante incandescente. Se avete un’auto con il climatizzatore siete più fortunati!

Adesso che avete fatto la vostra parte da bravi lettori responsabili e consapevoli, non ci resta che augurarvi una buona estate!

Salva Articolo

Lascia un commento