Saletto, inaugurata la pista ciclabile di via Cavaizza (FOTO)

L'opera, costata 698 mila euro, ha ottenuto il contributo ministeriale previsto dal piano "6000 campanili". Cvs ha rinnovato a proprie spese le fognature e la rete idrica della zona

1860

SALETTO. È stato inaugurato sabato mattina un nuovo tratto di pista ciclabile in via Cavaizza, lungo la strada provinciale 32. Presenti, oltre al sindaco Michele Sigolotto e a diversi colleghi dei paesi vicini, la deputata Giulia Narduolo (Pd), il consigliere regionale Massimiliano Barison (Fi), il vice presidente di Anci Veneto Elisa Venturini, il presidente di Cvs Piergiorgio Cortellazzo, e le varie rappresentanze civili e militari del territorio. L’opera, costata 698 mila euro, ha ottenuto il contributo ministeriale previsto dal piano “6000 campanili”, dedicato ai piccoli Comuni italiani. Per aggiudicarsi il finanziamento è stata decisiva la rapidità dell’ufficio tecnico locale, che il 24 ottobre del 2013 alle nove in punto del mattino ha inviato il progetto a Roma, riuscendo così a battere sul tempo altre città.

In seguito, a fine 2014, è arrivato anche l’accordo di programma siglato con Cvs per il rinnovo delle fognature e della rete idrica della zona, intervento portato a termine a spese dello stesso ente. I lavori, partiti nel 2015, sono terminati pochi giorni fa. La nuova pista è lunga un chilometro e mezzo ed è la prosecuzione di un tratto già esistente. Tramite il percorso ciclopedonale di via Cabriani si congiunge con via Comuna fino all’argine del Frassine. «Si tratta di un’opera importante e attesa a lungo dalla comunità – ha detto il sindaco Sigolotto – perché va a mettere in sicurezza pedoni e ciclisti in una strada molto trafficata dai mezzi pesanti».

Salva Articolo

Lascia un commento