Profughi, lettera minatoria al Presidente Soranzo. Il vice: “Clima pesante”

449
Enoch Soranzo e Fabio Bui in Consiglio Comunale (Fonte foto: www.provincia.pd.it)
(Enoch Soranzo e Fabio Bui in Consiglio Comunale. Fonte foto: www.provincia.pd.it)

Non accennano a placarsi le polemiche relative al tema profughi nel nostro territorio. E’ di sabato la notizia secondo la quale sarebbe pervenuta una lettera minatoria indirizzata al Presidente della Provincia di Padova Enoch Soranzo.

Nella giornata di mercoledì infatti Soranzo, che è anche primo cittadino del Comune di Selvazzano, si era recato nella capitale con altri sindaci del territorio, trentuno per la precisione, per esporre al Ministro degli Interni Angelino Alfano le proprie preoccupazioni riguardo i continui sbarchi e la gestione dei flussi in arrivo nel territorio veneto.

Il vicepresidente della Provincia di Padova Fabio Bui fa luce sulla questione: “La lettera è giunta la notte precedente all’incontro con il Ministro. Non posso entrare nel merito dei contenuti della stessa, la quale è comunque legata all’impegno della Provincia a trovare una soluzione condivisa tra tutti i sindaci per la gestione del problema migranti. In ogni caso è stata fatta denuncia, e autorità e Digos stanno indagando”.

“Potete capire con che spirito abbiamo affrontato questo incontro con Alfano. Il Presidente Soranzo è sempre stato comunque molto tranquillo, per quanto possa esserlo una persona che ha ricevuto una lettera di questo tipo” continua lo stesso Bui, che poi denuncia la situazione di disagio che si sta creando in città: “Da tanto tempo ripetiamo che si sta instaurando un clima avvelenato e pesante. Chi rappresenta le istituzioni non deve alzare i toni, questa situazione porta al rischio che in città qualcuno si possa fare del male. Chi ha responsabilità collettive ha prima di tutto il dovere di veicolare messaggi che portino a delle soluzioni, non a scontri. Gli opposti devono confrontarsi e non scontrarsi, questo atteggiamento non crea soluzioni”.

Salva Articolo

Lascia un commento