“Plaza Sensory Pool”, un nuovo modo di intendere le terme (FOTO)

Ideata dal titolare Umberto Carraro, la prima piscina sensoriale d'Europa è stata inaugurata lo scorso 22 dicembre. Luci, musica e video proiettati per un'esperienza ultrameditativa

2915

ABANO TERME. La cosa migliore del mestiere che faccio è l’opportunità di entrare a contatto con mondi, persone e luoghi che altrimenti mai avrei potuto raggiungere. Qualche giorno prima di Natale sono stato contattato l’Hotel Plaza di Abano Terme. Inaugurazione della nuova piscina sensoriale, la prima in Europa. Avrei avuto la possibilità di visitarla e di provarla. Aspetto con impazienza l’arrivo del 22 dicembre, e poi eccomi lì. La prima impressione è spettacolare: luci, musica, video proiettati sulle pareti e sul soffitto. Già solo essere parte dell’ambiente cambia la percezione delle cose. Al piano superiore invece è presente una zona wellness con bagno mediterraneo, bagno di vapore, sauna finlandese, stanza del sale e tecniche di reazione fredda al calore.

Sia interna che esterna, la piscina è spaziosa e i contenuti audiovisivi permettono l’immersione totale del soggetto con l’ambiente circostante. È come essere parte di un film. L’esperienza è estremamente meditativa. Le proiezioni e i suoni di Plaza Sensory Pool si basano su studi di psicologia legati al movimento, al colore e alle sensazioni. Le immagini proiettate dagli otto proiettori compongono un collage sul soffitto. Le luci e la musica accompagnano la visione rendendo il tutto molto suggestivo. Ciò nonostante, il video proiettato è ovviamente in loop e le composizioni sono relativamente poche. Ma non è ciò a cui si fa caso quando si fanno le terme.

Come detto, al piano superiore la zona wellness con diverse aree, dal bagno mediterraneo alla sauna finlandese, passando per la stanza del sale. Diverse poi le tecniche di reazioni fredde a disposizione: breeze e warm breeze per un percorso rinfrescante e tonificante con nebulizzazioni calde o fredde associate ad aromi rinfrescanti; cold storm e summer storm, ovvero intense docce d’acqua che riequilibrano le funzioni organiche; water paradise, grosse gocce d’acqua che danno la sensazione di pioggia tropicale con acqua fredda e calda alternate; cascata di ghiaccio, ghiaccio tritato distribuito sul corpo in piedi; e un geyser, con una pedana che sfrutta il peso del corpo per produrre getti d’acqua fredda.

L’intero progetto è frutto della mente di Umberto Carraro, giovane titolare del “Panoramic Hotel Plaza”. Partner per lo sviluppo tecnico il team di “Drawlight Senso”. L’obiettivo: dare una sferzata di giovinezza che possa coinvolgere l’intero Comune di Abano Terme, contribuendo alla nascita di un’immagine innovativa delle terme, che consenta di vivere un’esperienza multisensoriale amplificata dall’uso delle più moderne tecnologie disponibili.

Salva Articolo

Lascia un commento