Piove di Sacco, chiedeva offerte a favore di una onlus. Ma era una truffa

Un 54enne di Brugine fingeva di raccogliere denaro per aiutare persone con disturbi di disabilità. I carabinieri hanno smascherato la montatura ai danni dei commercianti

1636

PIOVE DI SACCO. Si muoveva per i negozi del centro storico e, passando per uno dei tanti volontari della cooperativa onlus Magnolia, chiedeva un’offerta ai commercianti per aiutare la preziosa attività dell’associazione. Armato di tesserino farlocco e fingendosi un benefattore, l’incensurato italiano ha così allestito un vero e proprio castello di carta, dando vita a una truffa che andava avanti da qualche mese. Nei guai è finito un 54enne residente a Brugine che, da agosto, intascava le offerte devolute ad una questua inscenata ah hoc. Al versamento dei soldi a scopo benefico – che si aggirava in media sui 20 o 50 euro – corrispondeva il rilascio di un tagliandino che avrebbe dovuto attestare la liceità della donazione, ma altro non era che carta straccia.

Firmandosi con nomi di fantasia, l’uomo è stato segnalato dai negozianti che, come primo atto, hanno allarmato la cooperativa onlus Magnolia. Proprio dall’ente di volontariato – che opera nel campo dell’assistenza alle persone del territorio affette da disabilità – è arrivata la denuncia per truffa aggravata. L’attività investigativa, portata avanti dai carabinieri, ha raccolto la testimonianza di sei commercianti che hanno confermato di avere ricevuto la visita dell’individuo il quale domandava per conto di Magnolia denaro, a titolo di contributo di solidarietà.

Grazie all’indagine svolta dagli uomini del capitano Enrico Zampolli, nei giorni scorsi l’uomo è stato smascherato e portato in caserma dove ha ammesso le proprie responsabilità. Il movente che spiegherebbe l’attività illecita sembrerebbe risiedere nella difficoltà economica e lavorativa del 54enne, ora accusato di truffa aggravataContinua l’inchiesta dei carabinieri per far luce sull’organizzazione del raggiro e sulle cifre intascate dal finto benefattore. Accolto al meglio l’esito dell’indagine da parte di Magnolia che ha specificato di non utilizzare queste modalità per raccogliere donazioni e ha chiesto di segnalare allo 049 5841617 eventuali richieste simili.

Salva Articolo

Lascia un commento