Piove di Sacco, assalto al Bancomat di via da Molin

313
(Foto di Agenzia Piran)
(Foto di Agenzia Piran)

La banda dell’acetilene colpisce ancora. Un’esplosione, nel cuore della notte dello scorso 10 dicembre, ha fatto saltare letteralmente in aria il bancomat della Cassa di Risparmio di Ferrara in via Oreste da Molin a Piove di Sacco. I malviventi, nonostante il boato dell’esplosione abbia svegliato alcuni resistenti, sono riusciti nell’intento di agguantare tutto il contante disponibile e scappare senza lasciare traccia. L’ammontare del bottino non è stato ancora quantificato, ma i Carabinieri del comando di Piove di Sacco indagano, esaminando tutte le componenti utili alla risoluzione del caso, in particolar modo le registrazioni delle telecamere di sicurezza.

L’intera ideazione del furto è, senza alcun dubbio, figlia delle menti della “banda acetilene”, associazione per delinquere finalizzata al furto ai danni dei Bancomat mediante l’impiego di ordini esplosivi micidiali. Secondo le ricerche delle forze dell’ordine, infatti, lo sportello di via Molin è stato fatto esplodere mediante la tecnica dell’intasamento con una miscela di gas, l’acetilene, innescata dalla scintilla di due cavi collegati a una batteria.

Date le circostanze sembra proprio che, dopo mesi di silenzio, la manica di ladri di Bancomat sia tornata in pista.

Salva Articolo

CONDIVIDI
Articolo precedenteProfughi siriani a Monselice per un giorno
Prossimo articoloLa minaccia degli elementi naturali nella Bassa padovana
Giada Trincanato
Un quarto di secolo appena compiuto, figlia del mondo e dell'avventura. Il caos è il mio regno, come lo sono uno scoglio sul mare e uno stadio gremito. Mangiatrice di libri e viaggi, sognatrice a tempo pieno. Fantastico ancora di poter vivere di pura scrittura, sempre con un biglietto in mano e una vita da raccontare.

Lascia un commento