Pfas, Benedetti (M5S): a Palazzo Chigi per chiedere lo stato di emergenza

La parlamentare sarà accompagnata da due rappresentanti del comitato "Mamme NoPfas - genitori attivi zona rossa" e dal sindaco di Sarego Roberto Castiglion

510

ROMA. «Ancora una volta proveremo a richiamare l’attenzione del Governo affinché intervenga in modo deciso in soccorso della grave situazione che sta vivendo mezzo Veneto colpito dalla contaminazione da Pfas». Sono le parole della deputata padovana del Movimento Cinque Stelle Silvia Benedetti, che oggi salirà a Palazzo Chigi. «Dopo aver chiesto formalmente e a gran voce con diverse iniziative che l’Esecutivo dichiarasse lo stato di emergenza e la quantificazione del danno ambientale – spiega Benedetti – non intendiamo abbandonare questa battaglia. Chiediamo solo che vengano applicate le norme e siamo fiduciosi che il Governo accoglierà le nostre legittime proposte».

Per la parlamentare è fondamentale vengano conferiti risorse e poteri straordinari per gestire e affrontare in modo definitivo «questo disastro senza precedenti». Assieme alla deputata pentastellata giungeranno a Roma due rappresentanti del comitato “Mamme NoPfas – genitori attivi zona rossa” e il sindaco di Sarego Roberto Castiglion, che porteranno le testimonianze dirette di chi sta soffrendo quotidianamente questa situazione e di chi si trova a doverla amministrare.

Salva Articolo

Lascia un commento