Morto “Piumino”, il piccolo cigno del parco Buzzaccarini di Monselice

366
morto al Parco Buzzaccarini il piccolo cigno "Piumino" fonti: www.huffingtonpost.it
(Foto per gentile concessione di Giada Zandonà)

Nato all’inizio di maggio da una delle uova covate da mamma cigna, domenica in tarda mattinata i volontari del parco Buzzaccarini di Monselice, hanno trovato “Piumino” che galleggiava sull’acqua ormai morto. Pare però che fino a qualche ora prima il piccolo cigno fosse in ottima salute. Ancora non si conoscono esattamente le cause di questo decesso così prematuro, ma stando alla dinamica dei fatti, non compaiono lesioni sul corpo del cigno, che potrebbero denotare un attacco da parte di altri animali presenti nel parco.

Fa però discutere la testimonianza di una mamma, abituale frequentatrice del parco con la figlia, che qualche giorno precedente all’accaduto ha visto diversi bambini lanciare sassi nell’acqua, dove nuotano appunto i cigni e gli altri animali del parco. Ciò che fa indignare non è tanto l’incoscienza dei bambini, in quanto magari non consapevoli delle conseguenze che il gesto poteva procurare, ma l’indifferenza dei genitori di questi, che – da quanto racconta questa mamma – sembra non si siano esposti più di tanto nei confronti dei loro figli, senza tentare di far capire loro la gravità del gesto.

I volontari del parco più volte si sono trovati davanti a scene di inciviltà nei confronti degli animali e del patrimonio naturale presente al parco, area molto difficile da controllare a causa delle dimensioni del bosco. L’assessore all’ambiente Giorgia Bedin si dice “molto dispiaciuta per quello che è successo, chiederò ai vigili che facciano qualche passaggio al parco Buzzaccarini per controllare, resta il fatto che sono i genitori a dover vigilare sui propri figli, e trasmettergli un’educazione più attenta al rispetto degli animali e dell’ambiente circostante”.

Salva Articolo

Lascia un commento