Montagnana, progetto per la videosorveglianza

Coinvolti anche i Comuni di Bevilacqua, Carceri, Casale di Scodosia, Urbana, Merlara, Castelbaldo e Masi. L'intervento costa 149 mila euro, cifra per un terzo coperta da contributo regionale

848

MONTAGNANA. La Regione ha concesso un contributo di 50 mila euro in favore del progetto di videosorveglianza promosso dal Comune di Montagnana. «Proprio in questi giorni abbiamo ricevuto la comunicazione della concessione del finanziamento – spiega l’assessore alla Sicurezza Cristina Carlotta Smanio – Per noi un momento di grande soddisfazione, dal momento che con questa iniziativa andiamo a presidiare e a monitorare oltre al nostro territorio anche quelli di Bevilacqua, Carceri, Casale di Scodosia, Urbana, Merlara, Castelbaldo e Masi». A coordinare il progetto, che oltre alla videosorveglianza comprende un sistema di analisi targhe, allerta veicoli non assicurati, revisione, black list, in fermo amministrativo e controllo della classe ambientale, sarà la polizia locale.

Nella sede del corpo intercomunale a Montagnana verrà adibita una centrale operativa che permetterà la visione, gestione e la consultazione di tutti i dati provenienti dagli otto Comuni coinvolti. Il controllo degli accessi veicolari al centro abitato per Montagnana, Bevilacqua, Carceri, Casale di Scodosia, Urbana, Merlara, Castelbaldo e Masi sarà comunque strutturato in modo tale che ognuno abbia il proprio sistema autonomo proprietario. Il progetto avrà un costo complessivo pari a 149 mila euro. «A Montagnana saranno installati quattro nuovi varchi di controllo degli accessi veicolari al centro storico – aggiunge il comandante della Polizia Municipale Alessandro Fozzato – Pertanto qualsiasi veicolo in entrata ed uscita sarà fotografato e saranno valutati tutti i dati di regolarità per la circolazione. In questo modo sarà possibile effettuare degli appostamenti mirati e certi, oltre ad avere un report statistico 24 ore su 24, sette giorni su sette». Il bando sarà pubblicato nei primi mesi del 2018.

Salva Articolo

Lascia un commento