Monselice, quaranta nuovi alberi in zona artigianale

Li ha donati al Comune la ditta Caramori: si tratta di tigli selvatici, biancospini e meli da fiore. L'obiettivo è arrivare a mille piantumazioni entro la fine dell'anno

556
(Il Comune di Monselice)

MONSELICE. Quaranta nuovi alberi in zona artigianale: è iniziata nei giorni scorsi tra via Negrelli e Crosarone la messa a dimora dei tigli selvatici, dei biancospini e dei meli da fiore donati al Comune dalla ditta Caramori. L’obiettivo di palazzo Tortorini è quello di arrivare almeno a quota mille piantumazioni entro la fine dell’anno. L’assessore al Verde pubblico Giorgia Bedin spera che la generosità di altri privati possa affiancare l’impegno economico dell’Amministrazione: «Piantare alberi significa investire sul futuro delle nuove generazioni». Nei mesi scorsi a donare al Comune dieci alberi, poi collocati a Ca’ Oddo, erano stati i vivai Salmaso.

Salva Articolo

Lascia un commento