Monselice, ordinanza per limitare le polveri sottili

Dal 6 novembre al 13 aprile 2018 la temperatura degli ambienti non potrà superare i 19 gradi per abitazioni, spazi ed esercizi commerciali. Esclusi ospedali e case di riposo

1807

MONSELICE. Contenere l’inquinamento atmosferico e in particolare le concentrazioni di Pm10. È questo l’obiettivo dell’ordinanza firmata lo scorso 23 ottobre dal sindaco Francesco Lunghi. Il provvedimento, che ha efficacia su tutto il territorio cittadino, stabilisce una serie di misure di limitazione per l’uso degli impianti termici alimentati a combustibile non gassoso negli edifici civili. Nello specifico dal 6 novembre al 13 aprile 2018 la temperatura degli ambienti non potrà superare i 19 gradi per abitazioni, spazi ed esercizi commerciali. Sono invece esclusi ospedali, case di cura, riabilitazione e di riposo.

L’ordinanza individua tre diversi livelli di allerta: “Semaforo verde” (nessun superamento del valore di 50 microgrammi per metro cubo della concentrazione di Pm10), “Semaforo arancio” (dopo quattro giorni consecutivi di superamento), “Semaforo rosso” (dopo il decimo superamento di fila). Il primo fissa appunto a 19 gradi (con tolleranza di due) il limite per le temperature medie degli edifici e impone la sospensione della combustione di materiali vegetali da lunedì prossimo fino al 13 aprile 2018. Il terzo prevede misure più stringenti. Il mancato rispetto delle disposizioni adottate comporta una sanzione da 25 a 500 euro.

Salva Articolo

Lascia un commento