Monselice, i profughi aiutano i cittadini a sistemare la fontana in stazione

317
11209619_10205497701015067_6407021642357416770_n
Richiedenti asilo impegnati ad aiutare i volontari in stazione. Fonte foto: Valter Bertazzo

Dopo le tensioni sollevate da alcuni semplici post sui social network, il sindaco Lunghi sembra voler aprire alla proposta delle opposizioni di rendere meno pesante la permanenza dei richiedenti asilo impiegandoli in attività di vario tipo. Il Partito Democratico di Monselice aveva infatti già da tempo presentato una mozione, appoggiata anche dal Movimento Cinque Stelle e da Monselice Riparte, che voleva impegnare l’amministrazione nell’impiegare, attraverso le modalità a disposizione, i ragazzi ospitati all’ostello in attività di volontariato a servizio della comunità.

Un’ipotesi della quale lo stesso primo cittadino relazionerà al Prefetto, ma che nel frattempo in via ufficiosa sembra già essersi concretizzata.

Questa mattina infatti alcuni dei ragazzi ospitati ormai da mesi al Venetian Hostel si sono presentati in stazione dei treni a Monselice dove alcuni volontari organizzatisi attraverso i social network, stanno da qualche giorno lavorando per restituire alla città la fontana e il parco adiacenti ai binari. Sono stati gli stessi ragazzi africani di passaggio ad offrirsi per contribuire alla lodevole iniziativa occupando così in modo diverso la mattinata, aiutando i monselicensi a completare la splendida fontana. “Occorrevano braccia forti -spiega un volontario- i ragazzi stessi vedendoci in difficoltà si sono offerti di aiutarci, accontentandosi di una coca cola in compagnia come compenso”.

11248335_10205497701255073_8329096902118338786_n
Volontari al lavoro. Fonte foto: Valter Bertazzo

Un esempio che dovrebbe servire certo per far comprendere a molti la reale situazione che interessa questi ragazzi, uno stimolo utile verso quella che dovrebbe essere la vera integrazione.

 

Salva Articolo

Lascia un commento