Matteo Rango è il nuovo leader degli agricoltori padovani under 30

Il giovane imprenditore di Pernumia, che coltiva asparagi, è stato eletto delegato provinciale di Coldiretti Giovani Impresa: «Pronti a fare la nostra parte per essere protagonisti»

4280

PERNUMIAMatteo Rango, 21 anni, di Pernumia, è il nuovo delegato provinciale di Coldiretti Giovani Impresa Padova, l’associazione che rappresenta centinaia di imprenditori agricoli under 30 della provincia. La sua candidatura è stata preferita a quella di Nicola Meneghesso, 23 anni, di Sant’Urbano. Eletti anche i 16 componenti del comitato e designato il nuovo segretario di Giovani Impresa, Alessandro Saviolo, che prende il testimone da Paolo Minella.

«Sono orgoglioso di rappresentate tanti amici che condividono la passione per la terra e l’impegno quotidiano in un lavoro che richiede molti sacrifici ma che riserva anche tante soddisfazioni. – afferma il giovane imprenditore – Cercherà di dare il massimo e di portare, insieme agli amici che condividono con me questa esperienza, una ventata di novità nel nostro settore, favorendo proprio la partecipazione dei giovani alle attività di Coldiretti in modo da renderli protagonisti attivi della nostra agricoltura. Il settore primario a Padova conta un’ampia varietà di specializzazioni e copre un po’ tutti i settori. Noi giovani siamo chiamati a costruire il futuro dell’agricoltura di casa nostra, perciò dobbiamo impegnarci da subito».

Matteo Rango si è dedicato all’agricoltura subito dopo il diploma in termoidraulica. Ha iniziato da coadiuvante su un piccolo appezzamento del nonno e oggi è titolare della società agricola Rocca. Coltiva asparagi bianchi e verdi, oltre alla particolare varietà di asparago viola, un po’ più amarognolo ma sempre più richiesto. «Mi è sempre piaciuto stare a contatto con la natura e dopo gli studi ho deciso di provare. I miei genitori sono impegnati nel commercio mentre io, partendo da un ettaro di terreno del nonno, ho iniziato con un frutteto. Ho deciso di passare agli asparagi e in poco tempo l’azienda è cresciuta in dimensioni e produzione, grazie alle particolari caratteristiche del terreno ai piedi dei Colli Euganei, ideale per questa coltivazione. Ora inizio con entusiasmo questa nuova avventura e ringrazio anche la mia famiglia per il sostegno e il supporto».

Ad augurare buon lavoro al neo delegato provinciale e alla sua squadra under 30 sono stati il suo predecessore, Massimo Bressan, il delegato veneto di Coldiretti Giovani Impresa Alex Vantini, il presidente di Coldiretti Padova Federico Miotto e il direttore Giovanni Roncalli. Sempre più numerosi e preparati, quasi tutti con una laurea in tasca e un periodo di formazione all’estero, attenti alle nuove tecnologie e molto “social”, già impegnati attivamente nell’azienda di famiglia oppure lanciati in una nuova avventura imprenditoriale, fra start-up e filiere da sviluppare: è questo l’identikit degli agricoltori padovani under 30, ragazzi e ragazze che hanno scelto il settore primario per costruire il proprio futuro lavorativo e sviluppare la propria azienda o far sbocciare una nuova idea imprenditoriale.

Salva Articolo

Lascia un commento