Lozzo Atestino, Severino Massaro non ce l’ha fatta

427
(Fonte foto: profilo Facebook di Severino Massaro)

Si è spento ieri a Schiavonia Severino Massaro, il 56enne di Valbona di Lozzo Atestino protagonista lo scorso 21 agosto di un incidente al velodromo di Sossano. Come riportato nell’edizione odierna del Mattino di Padova, Massaro, alla guida del suo scooter, stava conducendo un gruppo di cicliste del Fast Team durante una sessione di allenamento, quando ha perso il controllo del mezzo, sfondando la recinzione della pista e precipitando sul cemento del vialetto sottostante.

velodromo sossano
(Il salto risultato fatale a Severino Massaro. Fonte foto: legnanonews.com)

 

Il tecnico, parso da subito in condizioni gravi, era stato immediatamente ricoverato al reparto di rianimazione del San Bortolo di Vicenza, per poi essere trasferito al nosocomio di Schiavonia nei giorni scorsi. Nel pomeriggio di ieri è arrivata la notizia della sua morte celebrale. La famiglia ha acconsentito all’espianto degli organi. Massaro, allenatore e dirigente ciclistico noto in tutto il Veneto, lascia la moglie e due figli. Nel frattempo sull’incidente indaga la Procura di Vicenza, con i familiari che puntano il dito sulla sicurezza dell’impianto di Sossano, soprattutto sull’eventuale fragilità della recinzione esterna e sul salto di un metro e trenta centimetri, risultato fatale.

Salva Articolo

Lascia un commento