Incendio nella notte nell’hub di San Siro, quattro migranti feriti

Tragedia sfiorata nell'ex base militare adibita a centro di accoglienza, dove sono ospitati 800 richiedenti asilo. Un corto circuito a una ciabatta tra le possibili cause

1000

BAGNOLI DI SOPRA. Tragedia sfiorata giovedì notte al centro di accoglienza per migranti di San Siro, dove attualmente sono ospitati circa 800 richiedenti asilo. Erano circa le 3 del mattino quando un incendio è divampato in un locale dormitorio dell’ex base militare, in cui dormivano una quarantina di persone.

Il personale di Ecofficina – la cooperativa che gestisce il centro – ha immediatamente fatto evacuare lo stanzone. Quattro i migranti rimasti feriti, tre con piccole ferite da taglio rimediate mentre scappavano dal locale e un altro per aver inalato del fumo. Tutti e quattro sono stati soccorsi dal Suem e trasportati in ospedale a Monselice per essere medicati. Gli altri compagni di stanza, illesi, sono stati trasferiti in un’altra camerata della struttura.

Il rogo è stato spento grazie all’intervento dei vigili del fuoco di Padova e Cavarzere, giunti sul posto con un totale di tre mezzi e dodici operatori. Le cause dell’incendio sono al vaglio dei tecnici dei pompieri e dei carabinieri di Abano, ma dai primi rilievi pare che le fiamme siano scaturite da un corto circuito a una ciabatta difettosa, alla quale erano collegati una stufetta e un caricabatteria di un telefono cellulare.

Salva Articolo

Lascia un commento