Gattile lager a Castelbaldo, denunciata la proprietaria

413
(Fonte: www.polesine24.it)
(Fonte: www.polesine24.it)

Più di cento animali e per la precisione centoquindici gatti e quarantaquattro cani sono stati ritrovati in gravissime condizioni fisiche e igieniche, senza contare la presenza di circa cinquanta cadaveri all’interno dei tre frigoriferi di un canile-gattile abusivo a Castelbaldo.

E’ scattato martedì 26 maggio il blitz delle forze dell’ordine presso la struttura in via Stradona gestita dalla castelbaldese Emma Bertolaso. Il controllo dei carabinieri, coadiuvati dai veterinari e professionisti dell’Eital (Ente Italiano per la tutela degli animali e del lupo), è avvenuto in seguito alla segnalazione dell’ente stesso e del parlamentare Paolo Bernini (M5s) e dopo aver appurato la gravità della situazione e le condizioni di cani e gatti ospitati, è partita la denuncia per maltrattamento di animali nei confronti della proprietaria.

Secondo l’associazione Eital “oltre il 40% degli animali aveva bisogno di interventi di urgente ospedalizzazione“. I “100% animalisti”, che sostengono da anni la Bertolaso, si sono mossi immediatamente a suo favore, affermando che nella struttura gli animali ospitati ricevevano adeguate cure e che la donna era in regola con le autorizzazioni. Ma già da qualche tempo l’Ulss 17 aveva invitato la donna ad adeguarsi alle normative igienico-sanitarie e quelle relative alla tutela degli animali senza ottenere da questa alcuna collaborazione.

Ora gli animali, affidati a diverse strutture della provincia di Padova, sono stati posti sotto sequestro e non possono per il momento essere adottati.

Salva Articolo

Lascia un commento