Furti nelle case ad Abano, la ricetta di Barbierato

Dopo gli ultimi episodi, il sindaco ha incontrato i comandanti delle forze dell'ordine locali Turrini e Aufiero. Verrà rafforzata la vigilanza sul territorio dalle 17 alle 20

1370

ABANO TERME. Diversi i tentativi di furto e i furti avvenuti ad Abano nell’ultimo periodo, una situazione d’allarme che ha portato il sindaco Federico Barbierato a incontrare il comandante della stazione dei carabinieri Marco Turrini e il comandante della Polizia locale Francesca Aufiero. Nell’incontro si è fatto il punto sulla situazione del Comune di Abano Terme.

Esaminando i diversi casi, le forze dell’ordine hanno sottolineato che non si tratti di bande specializzate, come quelle che operano nella zona di Monteortone e Giarre da qualche anno. La decisione è stata quella di rafforzare la vigilanza sul territorio, con particolare riguardo per il tardo pomeriggio, essendo stati rilevati i recenti episodi nella fascia oraria che va dalle 17 alle 20. Proseguirà anche l’attività di controllo dei parchi. Qualora qualche cittadino avesse informazioni utili, si richiede di segnalarlo al comando dei carabinieri e alla Polizia locale.

Il percorso per la legalità prosegue anche con le scuole. Sono 425 gli alunni delle scuole superiori di Abano Terme coinvolte nel progetto “Giovani sentinelle della legalità”, organizzato dalla fondazione Antonio Caporetto. Il percorso si articola in tre fasi. Nella prima fase, gli alunni saranno sollecitati a individuare temi inerenti la legalità; la seconda fase prevede la presentazione all’amministrazione comunale di Abano degli argomenti di maggior rilievo su tali temi; infine nella terza fase verranno raccolte le istanze del Veneto, che verranno poi presentate alle istituzioni regionali e provinciali.

Salva Articolo

Lascia un commento