Furti: ecco come proteggere la propria casa

404
(Foto: www.tviweb.it)
(Foto: www.tviweb.it)

E’ ufficialmente entrata nel vivo la stagione dei furti. Bande originarie dell’est Europa ma anche predoni locali che agiscono in solitaria stanno battendo a tappeto la Bassa Padovana: dalle abitazioni private agli esercizi pubblici, dai piccoli centri a quelli di maggiori dimensioni, il numero dei colpi messi a segno cresce giorno dopo giorno. Ecco allora un utile vademecum per proteggere la propria casa, fornito dal capitano della Compagnia carabinieri di Este Giovanni Truglio nel corso di uno degli ultimi incontri pubblici tenuti sul tema.

Chiudere sempre porte e finestre e non aprire agli sconosciuti: possono sembrare accorgimenti banali, ma molti reati si consumano proprio grazie alla distrazione e all’ingenuità delle vittime

Conservare i documenti personali e gli oggetti di valore in luoghi sicuri: i primi a essere passati al setaccio dai ladri sono armadi, cassetti, vasi, letti e tappeti

Evitare come la peste portachiavi con targhette recanti il proprio nome/indirizzo

-Illuminare il più possibile ingressi e zone buie e, in caso di breve assenza, lasciare lampadari, televisione o radio accese: la luce è nemica dei malintenzionati

-Non lasciare mai le chiavi sotto lo zerbino, attaccate alla serratura o nella propria auto

-Soprattutto se si vive da soli, acquistare un cane

-Assumere un atteggiamento di collaborazione e solidarietà con i vicini di casa

-Fotografare gli oggetti di valore e conservare le fotocopie dei documenti importanti

-Qualora, rientrando nella propria abitazione, si trovi la porta socchiusa o la serratura manomessa, non prendere iniziative e chiamare immediatamente il 112

-Se possibile, dotarsi di dispositivi antifurto, installare porte blindate munite di spioncino, grate alle finestre e vetri antisfondamento

-Evitare di sbandierare ai quattro venti i propri spostamenti

-Impostare sempre messaggi al plurale nella propria segreteria telefonica

La fascia oraria preferita dai ladri al momento pare essere al momento quella compresa tra le ore 17 e le ore 20. I carabinieri raccomandano di sporgere sempre denuncia in caso di furto o di qualsiasi altro reato subito e di farlo tempestivamente.

Salva Articolo

Lascia un commento