Este, gli studenti portano gli anziani in “gita virtuale” al Museo Atestino

358
(La sede della RSA Santa Tecla).
(La sede della RSA Santa Tecla).

Unire più generazioni di atestini attraverso la riscoperta delle comuni radici e per sentirsi cittadini attivi. E’ questo lo scopo del laboratorio di “Percorsi di economia antica“, portato avanti da alcuni degli oltre 40 studenti di terza, quarta e quinta superiore degli istituti Atestino, Euganeo e Ferrari che a gennaio aderirono al progetto 18V Generation, dedicandosi al volontariato ogni martedì e giovedì pomeriggio con gli ospiti della Fondazione Santa Tecla di Este, per un totale di 700 ore complessive (ne avevamo parlato qui).

All’interno del laboratorio gli studenti terranno delle piccole conferenze multimediali, a partire dai reperti conservati nel Museo Nazionale Atestino di Este. A ascoltarli ci saranno gli ospiti della Fondazione più interessati a questo viaggio virtuale tra economia ed archeologia, attraverso il quale riscoprire le antiche vie di commercio e di scambio e la capacità e l’intraprendenza dei primi imprenditori. Saranno quindi i più giovani a “portare in gita” i più anziani, in un contesto educativo intergenerazionale davvero particolare.

Le studentesse e gli studenti coinvolti nel progetto hanno presentato i “Percorsi”, frutto di un lungo impegno di studio e ricerca, al progetto e concorso nazionale “Articolo 9 della Costituzione” organizzato dal Ministero dell’Istruzione. Questo l’elenco completo dei partecipanti all’iniziativa: Angelica Brandalese, Anna Dal Santo, Anna Fabris, Vittoria Lissandrin, Beatrice Picelli, Claudia Ruffin, Giuliana Sacerdoti, Simone Santi, Luna Saoncella, Lisa Sgarabottolo, Davide Sorze, Martina Trivellato, Cristina Zancanella, Giulia Zanovello, coordinati dalla professoressa Rosa Rizzato.

Questo il video di “Percorsi di economia antica”, realizzato dalla IV D Ragioneria dell’Istituto Atestino di Este; fa parte del lavoro anche un balletto, che gli studenti intendono riproporre di fronte agli anziani di Santa Tecla.

Salva Articolo

Lascia un commento