Este, giovani bloccano il ladro di biciclette. Uno di loro finisce all’ospedale

331

bicicletteLo colgono in flagrante con la refurtiva e lo bloccano, ma a finire all’ospedale è uno degli inseguitori. È successo sabato sera in Via Brunelli a Este, nei pressi del Konteiner, locale in cui si stava svolgendo una classica festa “di fine estate”, piena di studenti delle superiori pronti a tornare sui banchi di scuola.

Erano le 23 quando F.Q., 17 anni, è uscito dal locale e si è accorto della scomparsa di due biciclette, parcheggiate nel piazzale esterno. Poco dopo un coetaneo, L.P., ha notato una figura sospetta aggirarsi nei dintorni con quattro bici sottomano, avvertendo i propri amici. Sul posto è giunto anche F. che ha riconosciuto, tra le altre, le due di sua proprietà. A quel punto l’uomo, con il telefono all’orecchio e dopo aver scaraventato al suolo la refurtiva, ha iniziato a correre inseguito dagli adolescenti, che l’hanno braccato in Via degli Artigiani. Qui i giovani l’hanno bloccato, strappandogli il cellulare e chiamando i Carabinieri della stazione di Este.

Mentre attendevano l’arrivo delle forze dell’ordine è però sopraggiunto un complice del ladro, che si è lanciato contro il gruppo di amici, facendoli disperdere. I due si sono poi accaniti su uno dei presenti, N.M., 19 anni, colpendolo ripetutamente con dei calci al petto. Provvidenziale è stato l’intervento del proprietario della casa antistante al luogo della colluttazione, uscito armato di badile nel tentativo di porre fine al pestaggio, che ha costretto alla fuga i due uomini. Poco dopo sul posto sono sopraggiunti i Carabinieri, a cui i giovani hanno consegnato il cellulare sottratto al ladro. Per N. è invece servito il trasporto in ambulanza all’ospedale di Schiavonia, a causa dei violenti colpi ricevuti allo stomaco che gli hanno provocato alcuni conati di vomito. Dopo una notte in osservazione il 19enne è tornato a casa.

Salva Articolo

Lascia un commento