Anziana abbandonata in ospedale: per Natalina c’è un appartamento di comunità

Un appartamento con altri anziani e assistenza garantita da operatori specializzati: dopo tredici mesi in ospedale, finalmente Natalina sembra aver trovato casa

617

PIOVE DI SACCO. Sembra aver trovato epilogo la triste storia di Natalina, che dell’ospedale ha fatto la sua casa e delle infermiere la sua famiglia. La nonna vive ormai da un anno tra mura del reparto di Geriatria dell’ospedale di Piove di Sacco. Era marzo quando, a causa di un attacco cardiaco, l’anziana è stata ricoverata presso la struttura ospedaliera. Dopo un paio di settimane di degenza, proprio quando pronta a ritornare a casa, la figlia si è rifiutata di accoglierla: “Troppe spese, non riusciamo a mantenerla”. Ecco così che, Natalina, da quel 12 marzo 2016 non è più uscita dall’Immacolata Concezione di Piove di Sacco.

Oggi, con il supporto dell’amministrazione comunale piovese, sembrerebbe avere fine il calvario dell’anziana. La donna, infatti, dovrebbe trasferirsi a breve in un appartamento di comunità a Piove di Sacco, condiviso con altri anziani e dotato di assistenza assidua di operatori specializzati. Dopo aver verificato le condizioni di autosufficienza di Natalina, il giudice Carla Gatta del Tribunale di Padova ha deciso di accertare le condizioni del patrimonio del marito della donna, ora ritiratosi in casa di riposo. La storia di Natalina, abbandonata in ospedale da più di tredici mesi, finalmente potrebbe aver trovato il lieto fine.

 

Salva Articolo

Lascia un commento