Conselve, l’addio a Carlo Bussanich

364

imageSi è consumata a Maserà, lungo la Conselvana, la tragedia che ha toccato profondamente ogni singolo abitante dei Comuni vicini, e sarà Conselve il luogo dove il viaggio di Carlo Bussanich terminerà. Il paese dove si era da poco trasferito con la famiglia, prima residente a Maserà, celebrerà l’ultimo saluto all’uomo che ha perso la vita venerdì 27 novembre in un fatale incidente con un’automobile mentre, insieme alla figlia 22enne Beatrice, si godeva un giro sullo scooter appena acquistato.

Un segno profondo è quello che ha lasciato Carlo nelle vite di tutti coloro che lo hanno conosciuto e amato, soprattutto a Maserà, dove aveva vissuto per tanti anni e dove era conosciuto per la sua simpatia e disponibilità, volontario nell’associazione di Protezione Civile locale e simpatizzante dell’Associazione Nazionale Carabinieri. Per 25 anni ha lavorato come operaio specializzato alla Mta nella zona industriale di Conselve, dove aveva preso residenza da ormai più di un anno. Nonostante il poco tempo trascorso dal suo arrivo, il paese già lo piange come un vecchio concittadino.

La moglie e le tre figlie lo ricordano commosse come un uomo gentile e altruista. «Se mi sono salvata lo devo a lui» dichiara Beatrice, che sedeva sullo scooter dietro al padre al momento dell’incidente. Il funerale sarà celebrato nel Duomo di Conselve, quasi certamente a metà della settimana.

Salva Articolo

Lascia un commento