Cartura: rapina e tentata estorsione, 34enne in arresto

491
Foto: www.sienanews.it
Foto: www.sienanews.it

Venerdì 20 novembre è stata messa in atto l’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal tribunale di Padova, nei confronti di Matteo Berto, residente a Cartura. L’uomo, disoccupato di 34 anni, contava sulla propria fedina penale diversi episodi di violenza privata, per la maggior parte a scopo di estorsione verso i propri genitori. I soldi ottenuti andavano spesso dilapidati in alcolici e stupefacenti, i quali non potevano che peggiorare la situazione, infatti già nel 2010 Berto era finito in carcere dopo che, tornato a casa alticcio, aveva reagito violentemente contro l’anziano genitore mandandolo in ospedale con un edema polmonare provocato dall’aggressione.

Quando nel mese di luglio scorso il padre era venuto a mancare, l’obiettivo delle sue intimidazioni si è spostato sui parenti più stretti, fino ad arrivare all’accusa di rapina ai danni dello zio, che una decina di giorni fa era stato minacciato con un coltello da cucina dallo stesso nipote, il tutto per 200 euro. Nell’ultimo periodo infatti le richieste di denaro da parte del 34enne di Cartura si erano fatte più insistenti, soprattutto verso il fratello e gli zii, arrivando anche a dichiarare di volersi suicidare affinché lo si assecondasse. Poco più di una settimana dopo la sua ultima folle impresa è scattato l’arresto, effettuato il pomeriggio di venerdì dai carabinieri della stazione di Albignasego.

Salva Articolo

Lascia un commento