Boxe Piovese, malore dopo l’allenamento: pugile ancora in prognosi riservata

Attimi di apprensione nella palestra Borgo Rossi di Piove di Sacco dopo la seduta di sabato mattina; Sedik Boufrakech, atleta di origine marocchine, è stato operato d’urgenza e si trova ora in coma farmacologico

656
Sedik Boufrakech. pugile 26enne ricoverato all’ospedale di Padova

PIOVE DI SACCO. Rimane ancora sotto orsservazione il pugile 26enne trasportato all’ospedale ed operato d’urgenza a seguito di un malore improvviso accusato subito dopo l’attività agonistica. L’accaduto risale a sabato scorso quando, nel palazzetto dello sport di Piove di Sacco, era appena terminato il training del pugile professionista Luca Rigoldi in vista dell’importante duello di sabato 20 maggio contro Vittorio Parriniello, decisivo per decretare il nuovo campione europeo nella categoria dei pesi supergallo. Alla rifinitura ha partecipato anche Sedik Boufrakech, atleta di origini marocchine e proveniente dalla Liguria, ospitato dalla Boxe Piovese del maestro Gino Freo come sparring partner.

L’imprevisto capita negli spogliatoi al termine della seduta quando lo stesso Sedik comincia ad accusare dolori cocenti alla testa e allo stomaco. Nel parcheggio della palestra lo sta già aspettando il taxi che lo deve accompagnare a prendere il treno per La Spezia, ma le condizioni dell’atleta peggiorano con il passare dei minuti, tanto da rendere necessario l’intervento del pronto soccorso. I sanitari dopo i primi accertamenti decidono di trasferire immediatamente il pugile all’ospedale di Padova dove viene operato per una presunta emorragia celebrale. L’intervento ben riuscito non abbassa comunque l’allerta sulle condizioni del ragazzo, che si trova ora in coma farmacologico ed è tenuto sotto il costante monitoraggio dei medici. Restano ancora da stabilire le cause dell’infortunio accorso al pugile, che aveva perso molti chili nelle ultime settimane per rientrare nella categoria idonea a tali allenamenti.

Sullo stato di salute dell’atleta trapela cauto ottimismo dallo staff della Boxe Piovese dopo l’enorme spavento di sabato mattina. Sono fiduciosi anche i genitori del ragazzo ligure, che ora faranno il tifo per Rigoldi: «Vinci il titolo e dedica la vittoria a nostro figlio».

Salva Articolo

Lascia un commento