Bottigliata all’auto, minorenne colpisce con mazza il presunto responsabile

È successo l'altra sera attorno alle 22,30 nelle vicinanze di un bar, a poche centinaia di metri dal municipio. Ferito un trentenne, che ha riportato la frattura della mandibola

3228

MONSELICE. Nuovo episodio di violenza all’ombra della Rocca. È successo l’altra sera attorno alle 22,30 nelle vicinanze di un bar, a poche centinaia di metri dal municipio. Un cittadino italiano, minorenne, armato di una mazza da baseball, ha sferrato un colpo al viso di un 30enne di nazionalità marocchina. Questo per vendicarsi di una bottigliata che aveva appena distrutto il finestrino posteriore dell’auto su cui viaggiava assieme al fratello e alla madre. Subito dopo il giovane è rimontato in macchina e si è allontanato. In pochi minuti sul posto sono arrivate due pattuglie dei carabinieri e un’ambulanza.

Il personale del 118 si è preso cura del ferito, che ha riportato la frattura della mandibola e ne avrà per una trentina di giorni. I militari dell’Arma, invece, hanno cercato di ricostruire la vicenda. La mazza, ora sequestrata, è stata ritrovata a poca distanza dal luogo dell’accaduto, sotto un portico. Il minorenne si è fatto vivo di sua spontanea volontà e ha raccontato la sua versione dei fatti. Sembra che l’auto su cui viaggiava con i familiari stesse percorrendo normalmente la via quando è stata raggiunta dalla bottiglia. A quel punto si è fermata: lui è sceso, ha afferrato l’arma e si è diretto verso un gruppetto di nordafricani che era lì, colpendo il presunto responsabile del lancio. Il giovane al momento è stato denunciato solo per porto ingiustificato di oggetti atti a offendere, ma nelle prossime ore potrebbe essere chiamato a rispondere di altri reati. Gli accertamenti dei carabinieri sono ancora in corso.

Salva Articolo

Lascia un commento