Bambini e ragazzi a lezione dalla Protezione civile di Agna

Mattinata di esercitazione per la Protezione civile di Agna con l'aiuto delle scuole e di altri gruppi del territorio. Presente anche il consigliere provinciale Gottardo

936

AGNA. Sabato mattina di esercitazione per i volontari della Protezione civile di Agna che hanno fatto evacuare le scuole del paese. Insieme a loro anche i 280 alunni e gli insegnanti che, usciti dagli edifici, sono diventati per un giorno parte dei soccorsi grazie a delle dimostrazioni pratiche della Croce Rossa, del Gruppo cinofili di Cavarzere e del Gruppo Radio Piovese.

Il tutto è incominciato con la simulazione di una scossa di terremoto e della procedura adeguata per proteggersi e poi uscire dalle aule scolastiche; successivamente sono arrivati i volontari della Protezione civile, coordinati da Roberto Forin, che hanno constatato la presenza di feriti grazie anche all’aiuto di un nutrito gruppo di addestratori cinofili. A questo punto è scattata la chiamata all’ambulanza, giunta tempestivamente sul luogo per portare in salvo gli alunni rimasti all’interno della scuola.

Altro momento importante è stata la dimostrazione di un salvataggio dopo la caduta di un albero; l’esercitazione ha riscosso un alto gradimento da parte degli studenti che hanno applaudito a tutti i soccorritori intervenuti tempestivamente. Ad assistere all’intensa mattinata anche Vincenzo Gottardo, consigliere provinciale con incarico alla Protezione civile, che rivolgendosi agli alunni ha sottolineato come essi siano i depositari e anche i trasmettitori delle buone pratiche di protezione civile imparate oggi.

«Si tratta della tradizionale prova di evacuazione – spiega il sindaco di Agna Gianluca Piva – che la nostra Protezione civile organizza da oltre 15 anni con l’istituto comprensivo di Correzzola nei plessi di Agna, ed ha valenza di esercitazione per i nostri volontari oltreché un obbligo di legge per gli istituti scolastici. Il nostro gruppo conta una trentina di iscritti, e se qualcuno vuole avvicinarsi ed aderire può telefonare al 345 2226155, il numero del coordinatore Roberto Forin».

Salva Articolo

Lascia un commento