Anguillara Veneta, bimbo di 6 anni muore in ospedale. Aperta un’inchiesta

409
(Fonte immagine: www.rovigoindiretta.it)
(Fonte immagine: www.rovigoindiretta.it)

Giovanni Morello aveva 6 anni e frequentava la prima elementare ad Anguillara Veneta. È mancato mercoledì mattina all’ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Rovigo per cause ancora da chiarire completamente.

Giovedì 7 gennaio, al rientro dalle vacanze natalizie, il piccolo accusa qualche problema di salute e viene prelevato da scuola dai genitori, con i sintomi che parevano quelli di un “normalemale di stagione. Nella stessa giornata è portato in pronto soccorso, ma rimandato a casa: dalla visita, infatti, non emerge nulla di grave. Domenica il bambino viene ricoverato all’ospedale di Rovigo per una gastroenterite e per la febbre. Dall’ecografia non emergono segni di occlusione intestinale o altre complicazioni. Le condizioni del bimbo sono stabili ma viene tenuto sotto osservazione.

La situazione precipita nella mattinata di mercoledì, quando le condizioni del bimbo peggiorano: il ventre inizia a essere dolente e viene subito portato a fare una radiografia. Anche qui, però, nessuna perforazione od occlusione intestinale. Il bambino, improvvisamente, inizia a essere meno vigile e i medici si preparano a intervenire per portarlo in sala operatoria, dove non arriverà mai. Sono le 9.30 quando Giovanni ha un arresto cardiaco nella recovery-room pre-operatoria. Per 45 minuti vengono svolte le pratiche di rianimazione che si rivelano, purtroppo, inutili.

Giovanni è morto in circostanze poco chiare, tali da portare il pubblico ministero di Rovigo Davide Nalin ad aprire un fascicolo, come riportato dal Mattino di Padova, per omicidio colposo e a iscrivere nel registro degli indagati tutti i medici che hanno avuto contatti con il piccolo, dalla prima visita in pronto soccorso al decesso. Le cartelle cliniche sono state prelevate dalla procura rodigina e si procederà all’autopsia, la settimana prossima, per chiarire le cause del decesso.

Salva Articolo

Lascia un commento