Amianto a Campagnola, via alla rimozione

310
(Fonte Foto: www.scienze-naturali.it)
(Fonte Foto: www.scienze-naturali.it)

Si corre ai ripari: via l’amianto dagli spogliatoi di calcio a Campagnola. Parte l’operazione di bonifica delle coperture in eternit delle strutture sportive della parrocchia Santi Pietro e Paolo.

Sono pari a 35 mila euro i fondi stanziati dal Comune di Brugine a favore della parrocchia campagnolese – priva di somme sufficienti per attuare da sola un’operazione di tale costo – per avviare i lavori di risanamento dei tetti: una volta smantellate le lastre in cemento-amianto, verranno installate una serie di lamiere in acciaio in grado di eliminare possibili infiltrazioni d’acqua, evitare la dispersione di calore e salvaguardare igiene e sanità all’interno degli spogliatoi.

(Fonte foto: www.comune.brugine.pd.it)
(Fonte foto: www.comune.brugine.pd.it)

L’iniziativa di finanziare il risanamento dei locali di via Don Bosco segna l’avvio di un progetto che prevede lo smaltimento dei materiali nocivi presenti nelle strutture pubbiche e non. Infatti, al fine di risolvere il problema dell’importante presenza di amianto sul territorio, il Comune ha pubblicato un nuovo bando per l’assegnazione di alcuni finanziamenti a cittadini che intendono attuare il corretto smaltimento di manufatti (fino a un massimo di 75 metri quadrati) contenenti sostanze nocive. Nello specifico, il piano comunale prevede l’erogazione di 400 euro (IVA inclusa), cifra destinata a coprire una parte delle spese per la realizzazione della microraccolta.

Per info su requisiti e scadenze clicca qui .

Salva Articolo

Lascia un commento