Abano Terme, il fango euganeo diventa prodotto DOC

825
(Tipica colorazione del fango termale euganeo.)
(Tipica colorazione del fango termale euganeo)

Il bacino termale di Abano – Montegrotto ha raggiunto un nuovo obiettivo. Dopo il deposito, nel 2013, del brevetto europeo all’istituto Pasteur di Parigi, è di ieri la notizia della nascita del marchio “Fango D.O.C. – Thermae Abano Montegrotto – Regione Veneto”. Un nuovo fiore all’occhiello per il bacino euganeo. Oltre al riconoscimento europeo, che attesta i benefici della cura termale, ora il marchio D.O.C. garantisce qualità e unicità al prodotto.

Ma esattamente cos’è il fango D.O.C. e in cosa consiste la fangoterapia? Una composizione di cianobatteri, microalghe ed elementi naturali: il fango D.O.C. del bacino di Abano – Montegrotto presenta un amalgama unico nel suo genere. Durante una seduta fangoterapica, il prodotto viene steso sul corpo e lasciato in posa per circa un quarto d’ora. Una volta terminato questo passaggio il fango viene rimosso e si prosegue in acqua: ora una vasca termale addizionata di ozono permette al corpo di ristabilire una temperatura inferiore rispetto a quella raggiunta durante la posa. Così si svolge una tipica cura di fangoterapia nei centri benessere degli alberghi di Abano e Montegrotto, dove medici specialisti seguono passo passo i progressi e le diverse necessità di ogni paziente.

Oggetto di studio, per le proprie virtù terapeutiche, da parte dell’Università di Padova e altri centri di ricerca tra cui il Centro Studi Termali Veneto Pietro d’Abano, il fango D.O.C. è una toccasana, oltre che per la salute, per il turismo della regione. Sebbene anche i comuni termali padovani abbiano accusato, negli ultimi anni, il colpo della crisi, la clientela, in particolar modo quella affezionata, non ha saputo rinunciare alla vacanza termale all’insegna del benessere. Tedeschi, francesi, russi ed anche italiani, soggiornano presso gli hotel di Abano e Montegrotto. Alla conferenza stampa di ieri, nel corso del convegno “Wellness e salute: la certificazione del fango termale euganeo”, è stata sottolineata l’importanza del distretto termale, in qualità di eccellenza del turismo veneto. Auspicando che da questo marchio prestigioso possa discendere una nuova valorizzazione ambientale dei Colli Euganei e della provincia tutta, godiamoci il successo del fango veneto riconosciuto in tutta Europa.

Salva Articolo

Lascia un commento