Abano: in arrivo Candiotto, luminare di Ortopedia

591
(Fonte foto: www.casadicuradiaz.it)
(Fonte foto: www.casadicuradiaz.it)

Acquisto di prestigio per l’Ospedale di Abano. Il nuovo direttore di Traumatologia ed Ortopedia della Casa di Cura Policlinico termale è Sergio Candiotto. Subentrato all’inizio del mese, Candiotto è stato per sette anni primario di Ortopedia al Sant’Antonio, e precedentemente aveva operato presso gli ospedali di Dolo e Mirano.

Ad Abano, Candiotto andrà a lavorare su un progetto nuovo ed ambizioso, che prevede la creazione di un polo ortopedico all’avanguardia, orientato alla chirurgia mini invasiva e robotica. Verrà prestata attenzione allo sviluppo di tutti i settori della chirurgia ortopedica moderna, con l’obiettivo di rendere il polo un vero e proprio punto di riferimento nell’ambito della traumatologia. L’idea di Candiotto, inoltre, è quella di riprendere ad operare al sabato, passo necessario e doveroso nei confronti dei pazienti. Del resto, il nuovo primario non è nuovo ai numeri importanti. Basti pensare che al Sant’Antonio effettuava circa 600 interventi di protesi all’anno, e che i pazienti erano disposti ad aspettare anche un anno pur di farsi operare da quello che è un vero e proprio luminare del settore, creando liste d’attesa che arrivavano a toccare le 1400 persone. L’intento è quello di incrementare il numero di operazioni anche a fronte della quantità crescente di pazienti.

“Ho lasciato un grande Ospedale e ne ho scelto uno eccellente. Ora andremo a sviluppare un progetto molto forte e d’impatto. A Padova credo di aver fatto un buon lavoro, ma ora si è conclusa quella fase. Credo che un primario non debba restare in carica più di 7-8 anni” sono le parole di Candiotto, che ora costringerà l’Ulss 16 a trovare un degno sostituto.

Salva Articolo

Lascia un commento