A Solesino apre la sezione Aido

204
(Foto: www.aidovicenza.it)
(Foto: www.aidovicenza.it)

A Solesino, dopo la riapertura dell’Avis con un gruppo rinnovato, si inaugura la sezione comunale dell’Aido. Le due Associazioni, appoggiate dall’amministrazione comunale, avranno la loro sede presso l’ex biblioteca di via Immacolata, di fronte all’asilo, con l’intento di collaborare e cooperare insieme per sensibilizzare la cittadinanza riguardo al tema della donazione degli organi, e per trovare nuovi donatori.

L’Aido è l’associazione italiana per la donazione di organi, cellule e tessuti, nata nel 1973;  è un’organizzazione non lavorativa della sanità pubblica. In Italia per donare gli organi, post mortem, è necessario dichiarare validamente la propria volontà attraverso una di queste modalità:
* il tesserino blu inviato dal Ministero della Sanità nel maggio 2000 da portare sempre con sé;
* la registrazione della volontà effettuata presso gli appositi sportelli delle Aziende Sanitarie Locali e dei Comuni;
* una dichiarazione di volontà alla donazione di organi e tessuti scritta su un comune foglio bianco che riporti nome, cognome, data e luogo di nascita, data e firma;
* la tessera o l’atto olografo dell’A.I.D.O.

Per tale motivo è importante iscriversi all’Aido, in quanto è solo il consenso volontario a dare diritto alla donazione. Il Veneto, secondo il ranking dell’associazione, si posiziona ai primi posti in Italia, segnale di una riuscita sensibilizzazione nella nostra regione.

La prima riunione di presentazione e l’assemblea elettiva del nuovo consiglio direttivo dell’Aido di Solesino sono previste per martedì 19 gennaio alle ore 21.00 in via Immacolata. La riunione è aperta al pubblico, a chiunque abbia piacere di parteciparvi, mentre la votazione è riservata solamente agli iscritti all’associazione.

Salva Articolo

Lascia un commento